Strage a Cisterna, la Procura indaga su possibili responsabilità o omissioni

L'autorità giudiziaria indaga per ricostruire tutto il quadro in cui è maturata la strage compiuta da Luigi Capasso

La Procura di Latina indaga per ricostruire il quadro in cui è maturata la strage avvenuta due giorni fa a Cisterna, quando il carabiniere Luigi Capasso ha sparato alla ex moglie Antonietta Gargiulo, ha ucciso le due figlie e poi si è tolto la vita. Un’inchiesta che dovrà accertare se vi siano responsabilità o omissioni da parte di istituzioni o soggetti che sono entrati in contatto con la famiglia.

A settembre le aggressioni. Antonietta aveva paura

La conferma arriva dal procuratore aggiunto di Latina Carlo Lasperanza: “Stiamo acquisendo ogni elemento utile che ci possa aiutare a ricostruire l’intera vicenda, da prima ancora dell’esposto presentato dalla donna a settembre.  Stiamo accertando se ci siano eventuali responsabilità  e se siano state attivate tutte le misure previste nei casi in cui si ravvisi una condizione di pericolo”.

Nei mesi scorsi Capasso era stato dichiarato dall'Arma idoneo al servizio. E anche su questo aspetto sarà necessario verificare se siano state adottate tutte le procedure necessarie o se vi siano stati dei segnali sottovalutati. Su questo aspetto sta indagando anche l'Arma "ha disposto per gli aspetti di propria competenza - si legge in una nota diffusa ieri - l'esecuzione di una rapida inchiesta, tesa ad accertare i fatti con puntualità e trasparenza. Questa procedura ulteriore rispetto al procedimento già avviato dall'Autorità giudiziaria – precisa ancora L’Arma - porterà a una completa conoscenza della vicenda e all'adozione dei provvedimenti che si renderanno necessari“.

Niente funerali per Luigi Capasso

La Procura di Latina intanto ha quindi acquisito tutti gli elementi relativi alla vicenda dall’Arma dei carabinieri e dalla Questura, relativamente all’esposto che era stato presentato a settembre da Antonietta Gargiulo. Ma la ricostruzione del quadro in cui è maturata la strage parte da molto prima e coinvolge inevitabilmente tutti i soggetti entrati in contatto con la famiglia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento