Tragedia ad Aprilia, carabiniere si uccide sparandosi alla testa

L'episodio in via Muzio Clementi intorno alle 9.30 di oggi. Sul posto i militari del reparto territoriale che lavorano nel più stretto riserbo

Tragedia questa mattina ad Aprilia. Un uomo si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla testa.

La vittima è un carabiniere di 40 anni, Salvatore Amato, in servizio presso il locale reparto territoriale; i fatti si sono verificati intorno alle 9.30 in via Muzio Clementi, una traversa di via Toscanini. Il corpo senza vita del militare è stato trovato nel giardino di una palazzina dove abitano alcuni conoscenti dell'uomo.

Stando alle primissime informazioni, pare che il gesto estremo sarebbe avvenuto anche in presenza di altre persone. L'uomo, molto conosciuto ad Aprilia, secondo alcune indiscrezioni, non avrebbe mai manifestato segnali di disagio o particolari problemi.

Sul posto si sono recati immediatamente i militari del reparto territoriale di Aprilia e il comndante provinciale Giovanni De Chiara, che lavorano nel più stretto riserbo per risalire alle cause del gesto - probabilmente leagte ad un motivo passionale, e il 118 che nulla hanno potuto per salvare l’uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

Torna su
LatinaToday è in caricamento