Tentano il colpo al supermercato ma abbandonano la cassaforte e scappano

Una banda composta da almeno cinque persone si è introdotta nel supermercato Emme Più ma l'intervento dei Metronotte ha fatto fallire il piano. I carabinieri sono sulle tracce del gruppo

Hanno dovuto rinunciare al bottino, lasciando sul posto la cassaforte i ladri che la notte tra giovedì e ieri hanno agito al supermercato Emme Più sulla Monti Lepini. Tutto questo grazie al tempestivo intervento degli agenti della Securitas Metronotte che, una volta scattato l'allarme si sono precipitati mettendo in fuga i malviventi. 

Erano circa le tre di notte quando un gruppo composto da almeno cinque persone ha forzato l'ingresso del supermercato. Ma ci sono voluti pochi minuti per far fallire il piano. Una volta scattatto l'allarme i metronotte hanno impiegato pochissimo tempo per raggiungere il posto, riuscendo anche a intravedere l'auto sulla quale i ladri sono scappati.

La banda è stata quindi costretta a lasciare la cassaforte sul posto. Sul tentato furto stanno lavorando i carabinieri di Latina. 

Potrebbe interessarti

  • Nuova disinfestazione contro le zanzare a Latina: tutte le date e le zone interessate

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Per Ferragosto la tradizionale processione della Madonna Stella Maris, ma non in mare

  • Ponza su Rai5: la perla del Tirreno rivive tra le immagini e i racconti degli isolani

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Cisterna, panico dopo la festa di San Rocco: ruba un'auto e a folle velocità attraversa l'isola pedonale

  • Incidente sulla Frosinone-Mare, si aggrava il bilancio delle vittime: muore anche Elisa Sperduti

  • Controlli del Nas negli alloggi per anziani: chiuse tre strutture a Sezze

  • Ispezioni nei ristoranti: chiuso un take away al Circeo, sequestri in una pizzeria-kebab di Latina

  • Malviventi in azione a Cisterna e Latina: nel mirino due farmacie

Torna su
LatinaToday è in caricamento