Si finge un perito assicurativo e tenta di truffare un’anziana, arrestato 22enne

Gaeta: un carabiniere libero dal servizio, vicino di casa dell’anziana, sventa l’ennesima truffa ai danni di una 70enne. Alla donna le era stato detto che il figlio era stato vittima di un incidente

Ancora anziani nel mirino dei truffatori ma questa volta il tentato raggiro, per fortuna, è stato sventato grazie all’intervento di un carabinieri libero dal servizio.

I fatti a Gaeta ieri pomeriggio: la protagonista è una donna di 70 anni, raggiunta prima telefonicamente e poi presso la propria abitazione da un operario di 22 anni di Napoli, con vari precedenti, arrestato dai carabinieri della locale tenenza.

E’ stato un militare libero dal servizio ad accorgersi di quanto stava per accadere. L’uomo, vicino di casa dell’anziana, dalla finestra ha notato una persona sospetta che, con una valigetta in mano, scendeva dalla propria autovettura e suonava alla porta di un’abitazione adiacente, abitata da una donna anziana.

Non conoscendo tale persona e sospettando di lui, è sceso per verificare ed ha bloccato il 22enne appena sceso da casa dell’anziana, per poi chiedergli i documenti. A quel punto l’uomo, vistosi scoperto, ha minacciato il militare fingendo di possedere un’arma e ha provato a fuggire raggiungendo la propria autovettura.

Il carabiniere ha cercato di bloccare l’auto del 22enne che è comunque riuscito a divincolarsi e a fuggire.

Anche se leggermente ferito a causa della colluttazione, il militare ha memorizzato il numero di targa ed il modello della vettura comunicato immediatamente alla centrale operativa. Il 22enne è stato subito intercettato e arrestato.

Dalla ricostruzione dei fatti, il 22enne avrebbe tentato di truffare la donna anziana fingendosi un perito assicurativo che si stava occupando di un presunto incidente stradale avvenuto al figlio della stessa, chiedendo 4.500 euro. La donna ha anche raccontato di essere stata precedentemente contattata al telefono.

“I carabinieri del comando provinciale di Latina, sensibili al grave fenomeno delinquenziale che vede sempre più frequentemente presi di mira anziani ultra 65enni, in sinergia con la Prefettura e le altre forze di polizia, grazie alla sua capillare presenza sul territorio provinciale, sta organizzando anche degli incontri a livello locale presso i centri anziani, parrocchie e luoghi abitualmente frequentati da quest’ultimi, richiamando i consigli e gli accorgimenti da adottare per prevenire la consumazione delle truffe”, spiegano dal Comando in una nota.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento