Sorprese a rubare nelle case di un condominio, fermate baby ladre

Incastrate due ragazzine di 14 e 16 anni scoperte dalla polizia a mettere a segno furti negli appartamenti di via Virgilio. L'allarme lanciato da una donna: la giovanissime avevano cercato di entrare anche in casa sua

Un tratto di via Virgilio

Sono state scoperte con le mani nel sacco: fermate nella tarda mattinate di ieri due ragazzine nomadi di 14 e 16 anni sorprese mentre tentavano di mettere a segno colpi negli appartamenti di un condominio di via Virgilio.

L’allarme intorno alle 11.30 da parte di una donna che segnalava la sospetta presenza delle giovanissime che cercavano di entrare in azione nelle abitazioni dopo essersi accertate che queste fossero vuote. Secondo quanto raccontato dalla donna, avevano cercato di entrare anche in casa sua: inizialmente avevano suonato il campanello, non avendo ottenuto risposta avevano iniziato ad armeggiare sulla serratura ma sono state allarmate dai rumore che la padrona di casa ha volutamente provocato per farle allontanare.

Prontamente intervenuti sul posto gli agenti della Volante hanno sorpreso le ragazze al quarto piano mentre cercavano disperatamente di fuggire. Durante il sopralluogo nel condominio i poliziotti hanno notato che sui telai di varie porte erano facilmente visibili segni di cacciavite e strusciate varie.

Bloccate le baby ladre sono state accompagnate in Questura e perquisite: addosso portavano tre arnesi artigianali creati appositamente per forzare le porte, due cacciaviti di grosse dimensioni, un paio di guanti e due forbici.

Le due sono state affidate presso un centro di accoglienza minori. La 14enne, data la giovanissima età è stata dichiarata non imputabile mentre la 16enne, in stato di gravidanza è stata denunciata in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

Torna su
LatinaToday è in caricamento