Scoppia la gelosia lei lo accoltella, 4 anni per Marzia De Barberi

Pontinia, la lite degenera e la ragazza colpisce il fidanzato, che poi se la caverà, con un fendente. Il motivo, facebook: foto piccanti e chiacchierate di troppo fanno sfiorare la tragedia

Quattro anni per il tentato omicidio del suo ex fidanzato. È comparsa ieri davanti al giudice Marzia de Barberi, la 23enne che lo scorso anno aveva colpito il fidanzato Luca Toppetta con un fendente.

La sentenza emessa dal giudice per le udienze preliminari Laura Matilde Campoli è arrivata nella mattinata di ieri e ha condannato la giovane, che aveva scelto il rito abbreviato, a 4 anni di reclusione, mentre il pubblico ministero ne aveva chiesti 5.

Tutti ricorderanno la vicenda che aveva visto protagonisti questi due giovani. Il tentato omicidio era arrivato dopo una lite, l’ennesima che i due fidanzati avevano nell’ultimo periodo.

Il motivo sempre facebook, alcune foto un po’ piccanti che la ragazza aveva pubblicato sul social network e che avevano mandato su tutte le furie Luca Toppetta, e delle chiacchierate del giovane che invece avevano suscitato la gelosia della ragazza. È bastato poco e quella che sembrava una lite come tante, la notte del 26 gennaio 2011 in quell’appartamento dove i due erano andati a convivere da poco, è sfociata l'ira rischiando la tragedia.

Marzia De Barberi, che già qualche ora dopo il tremendo episodio aveva confessato, ha sempre dichiarato di non voler uccidere e di essere estremamente dispiaciuta per quanto accaduto. Mentre il fidanzato Luca Toppetta era scampato alla morte per miracolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento