Cisterna, tenta di uccidere la zia: sfiorata tragedia familiare

L'uomo finito in manette, dopo aver minacciato l'anziana donna con una pistola, l'ha picchiata colpendola con calci e pugni. L'86enne è ricoverata al Goretti in prognosi riservata

Via Valle Fiorita a Cisterna

Poteva sfociare in una vera tragedia, quanto è accaduto nella sera di sabato 22 ottobre in un appartamento di via Valle Fiorita a Cisterna. Un uomo di 49 anni. A. D. G., originario di Latina ma residente ad Ardea, ha minacciato di morte con una pistola e un coltello alcuni suoi familiari e preso a calci e pugni la zia 86enne. Solo grazie all’intervento degli agenti della polizia, presenti nei dintorni per alcuni controllo sul territorio è stato possibile scongiurare il dramma familiare.

Stando al racconto del fratello, A. D. G., verso le 22 dell’altro ieri ha chiamato per avvertire che sarebbe passato a casa loro per una visita. Qualche minuto dopo , in evidente stato di alterazione alcolica, è arrivato nell’abitazione di via Valle Fiorita, dove erano presenti oltre al fratello, anche la compagna e il figlio di quest’ultimo e la zia materna. Improvvisamente l'uomo ha estratto da una busta di plastica una pistola, con la quale, puntandogliela al petto, ha minacciato l’anziana signora. Il fratello ha cercato di disarmarlo, e dalla colluttazione che ne è nata sono stati esplosi due colpi che fortunatamente non hanno colpito nessuno e sono andati a finire su una finestra e su un frigorifero. A questo punto, preso dall’ira A. D. G. ha preso per i capelli la donna 86enne e trascinandola per tutto l’appartamento l’ha picchiata ferocemente con calci e pugni lasciandola esanime per terra mentre continuava a gridare di rivolere la sua pistola. Nel frattempo il fratello ha cercato di soccorrere la zia gravemente ferita, e così il 49enne si è impossessato di un coltello da cucina con il quale ha minacciato di morte l’intera famiglia. Il tempestivo intervento degli agenti della polizia di stato ha evitato che l’episodio di violenza tragedia si trasformasse in tragedia. Dopo essere riusciti ad entrare, anche se con qualche difficoltà, nell’appartamento, hanno disarmato e reso inoffensivo l’uomo che è stato tratto in arresto con l’accusa di tentato omicidio plurimo aggravato e detenzione e porto abusivo di arma da fuoco.

L’anziana donna, invece, che ha riportato fratture multiple, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina dove è stata ricoverata in prognosi riservata. Intanto proseguono le indagini per cercare di arrivare al movente che avrebbe spinto A. D. G. a compiere l’insano gesto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento