Terracina, scatta l’operazione “spiagge libere”: sequestrati lettini ed ombrelloni

L’attività a Porto Badino della Guardia Costiera che ha liberato migliaia di metri di arenile pubblico occupato abusivamente

Operazione “spiagge libere” a Terracina da parte della Guardia Costiera che ha liberato migliaia di metri di arenile pubblico da lettini, ombrelloni e tavole da surf. 

L’attività è scattata all’alba di ieri, martedì 13 agosto, a Porto Badino e si è conclusa con il sequestro delle attrezzature da spiaggia lasciate abusivamente sul litorale, anche incatenate tra di loro per “occupare” l’arenile che, ricordano alla Capitaneria di Porto, “nelle aree destinate a tale scopo, deve restare un bene a libera fruizione di  tutti i cittadini e non deve essere prepotentemente occupato”.

L’attività, è parte integrante dell’operazione estiva “Mare Sicuro” che vede la Guardia Costiera impegnata nella vigilanza a mare ai fini della sicurezza della navigazione e della balneazione. In vista del lungo ponte di Ferragosto i controlli verranno rafforzati sia in mare che a terra.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento