Contro lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura: un convegno della Caritas diocesana

Appuntamento il prossimo 20 dicembre con "Io 'Presidio'… No sfruttamento", a partire dalle 17 presso l’Hermada Nutrition, via Cesare Battisti 19, a Borgo Hermada

Il prossimo 20 dicembre si terrà il convegno "Io 'Presidio'… No sfruttamento", organizzato dalla Caritas diocesana di Latina, a partire dalle 17 presso l’Hermada Nutrition, via Cesare Battisti 19, a Borgo Hermada, Terracina. Sarà l'occasione per fare il punto della situazione sul servizio del progetto Presidio, elaborato da Caritas Italia per contrastare le forme di sfruttamento dei braccianti, specie stranieri, nel settore dell’agricoltura. Proprio a Borgo Hermada esiste infatti da tempo una postazione del Progetto Presidio, dove operatori entrano in relazione con numerosi lavoranti, specie di origine indiana, per aiutarli a uscire fuori dal giro che li ha ridotti schiavi dei campi.

Il direttore della Caritas diocesana Angelo Raponi ha spiegato: "Nel panorama nazionale, all’interno del quale il Progetto Presidio di Caritas Italiana opera, con oltre 6500 lavoratori assistiti dal 2014 ad oggi, la realtà di Latina presenta alcune peculiarità, dovute soprattutto alle caratteristiche della comunità dei lavoratori indiani, che costituisce la base su cui poggia l’economia agricola del nostro territorio. Il Progetto, che è intervenuto su dinamiche già studiate da altri, e sempre più spesso oggetto di confronto in eventi e convegni come il nostro, pone almeno tre grandi questioni: la necessità di ridurre lo scarto fra percezione e realtà: politiche credibili ed efficaci non possono prescindere da un’attenta e obiettiva analisi del fenomeno dello sfruttamento in agricoltura, che parta dai dati e dall’ascolto di tutti gli attori coinvolti; la necessità di intervenire con politiche pubbliche sui meccanismi di potere che regolano le filiere agroalimentari, con l’obiettivo di allentare la pressione delle catene di distribuzione sui produttori; l’opportunità di valorizzare il contributo del terzo settore in un quadro di sussidiarietà. I dati raccolti dai progetti come Presidio, e la fotografia che offrono, possono fornire utili strumenti di policy per i decisori pubblici e per gli attori del settore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al convegno interverranno il vescovo Mariano Crociata, Eleonora Costantini, dell'Università di Modena e Reggio Emilia; Elio Zappone, del Progetto Presidio Caritas Latina; Singh Harvinder, Associazione Tempi Moderni; Angelo Raponi, Caritas Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno. Modera i lavori Caterina Boca, responsabile del Progetto Presidio. Modera i lavori Caterina Boca responsabile del Progetto Presidio di Caritas Italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

Torna su
LatinaToday è in caricamento