Picchia la ex e minaccia di diffondere video hard, è accusato di "revenge porn"

Il 51enne di Terracina aveva effettuato le riprese dei rapporti a insaputa dell'amante usando le telecamere della ditta dove lavorava

E’ accusato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti ovvero di “revenge porn” oltre che di rapina e lesioni il 51enne di Terracina arrestato dai carabinieri il 4 novembre al termine di una violenta lite con la sua ex amante.

L'uomo è stato interrogato questa mattina dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa il quale ha convalidato l’arresto e disposto il divieto di avvicinamento alla vittima. I fatto oggetto della denuncia sono avvenuti nel parcheggio del supermercato Conad di Terracina dove l’uomo e la donna con la quale aveva avuto una relazione hanno avuto una violenta discussione: lui le ha sottratto il telefono e cn questo l’ha colpita in volto ferendola come hanno riscontrato i carabinieri chiamati sul posto da un addetto alle pulizie.

La donna, 40 anni, ha anche raccontato e denunciato che il 51enne, che non si rassegnava alla fine del loro rapporto, ha minacciato di diffondere in rete alcuni filmati che li ritraevano in atteggiamenti intimi. I video erano stati realizzati utilizzando le telecamere di un locale dell’azienda dove lui lavorava e dove i due si incontravano, il tutto all’insaputa di lei.  Nell’interrogatorio di questa mattina  Antonbenedetto ha ammesso la lite negando però di averla picchiata e raccontando che la sua ex era d’accordo sulle riprese dei rapporti.

Per lui resta però l’accusa di “revenge porn”, introdotto di recente nel Codice penale e contestata per la prima volta in Tribunale a Latina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento