Terracina, cosparso di alcol e bruciato dopo una lite: un arresto

E' accaduto nella notte. L'uomo ha riportato ustioni sul 20% del corpo. I carabinieri hanno individuato il responsabile

Gli hanno gettato addosso dell'alcol e poi hanno appiccato il fuoco. E' accaduto intorno alle 4 di oggi a Terracina. La vittima è un cittadino moldavo di 40 anni, ricoverato al reparto di Chirurgia dell'ospedale con ustioni sul 20% del corpo. L'uomo ha riferito ai carabinieri di essere stato aggredito da uno o due cittadino rumeni che dopo avergli dato fuoco si sono dileguati facendo perdere le tracce. 

Immediatamente sono scattate le indagini da parte dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di terracina, che hanno consentito di rintracciare il responsabile. Si tratta di un 45enne rumeno, T.F., domiciliato a Terracina, sottoposto a fermo per il reato di tentato omicidio.

Secondo la ricostruzione, intorno alle 2 di notte, in un casolare abbandonato, il 45enne al culmine di una violenta lite con il moldavo lo ha cosparso di alcol appiccando le fiamme, poi domate da un terzo straniero che si trovava nello stesso immobile. La vittima, ricoverata in ospedale, ha una prognosi di 30 giorni. Il responsabile del tentato omicidio è stato trasferito nella casa circondariale di Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

Torna su
LatinaToday è in caricamento