Tentò di uccidere la ex, l'accusa chiede una condanna a sei anni di carcere

Il processo a Michelangelo Porretta: aveva sequestrato la donna poi l'inseguimento folle a Terracina

Sei anni di carcere. Questa la richiesta di condanna del pubblico ministero nei confronti di Michelangelo Porretta, l’uomo accusato di duplice tentato omicidio aggravato dalla premeditazione, stalking e sequestro di persona nei confronti della sua ex compagna.

Il 44 enne è comparso questo pomeriggio davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone per il processo che si svolge con il rito abbreviato su richiesta della difesa. I fatti oggetto del procedimento risalgono al 25 agosto dello scorso anno quando Porretta aveva caricato a forza sulla sua auto la donna dalla quale pochi mesi prima aveva avuto una bambina coinvolgendo nella sua folle fuga anche un turista che a Terracina aveva dato un passaggio in auto alla donna per aiutarla a fuggire dal suo inseguitore. L’inseguimento era finito male con l’auto del turista finita dentro un canale a Terracina.

Oggi in aula le conclusioni dell’accusa con la richiesta di condanna a sei anni di reclusione poi la parola è passata gli avvocati Giuseppe Pesce e Angelo Farau i quali hanno sostenuto che non c’era alcuna volontà di uccidere. Poi l’udienza è stata rinviata a lunedì prossimo 15 aprile per eventuali repliche prima che il gup entri in camera di consiglio per la sentenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terracina, aggredisce madre e figlia davanti all'asilo: arrestato dalla polizia

  • Cronaca

    Latina piange l'avvocato Luciano Marinelli, protagonista del jazz e del basket pontino

  • Cronaca

    Sabaudia, conclusi i lavori: riapre il ponte che collega il centro al lungomare

  • Cronaca

    Identificato il giovane che ieri è annegato al Parco San Marco

I più letti della settimana

  • Dramma a Latina: precipita dal palazzo della Bnl, muore funzionario della banca

  • Tragedia al parco San Marco, giovane annega nel laghetto. I testimoni: “Si è lanciato in acqua”

  • Incidente a Prossedi: nello schianto muoiono Estella e Camilla Aversa, madre e figlia

  • Lavoratore licenziato, Corden Pharma condannata a reintegrarlo

  • Drammatico incidente a Prossedi, scontro tra due auto: muoiono madre e figlia

  • Spesa da “Acqua e Sapone” senza pagare, bloccate due ragazze con i complici

Torna su
LatinaToday è in caricamento