Terremoto, altre scosse in Emilia, da Latina la macchina della solidarietà

Registrate nella notte oltre 30 scosse con punte di magnitudo 3.6. Partita per l'Emilia la protezione civile di Cisterna per il soccorso ai terremotati. Raccolta di beni ad Aprilia

Il gruppo della protezione civile di Cisterna partito aper i soccorsi in Emilia

Non c’è pace in Emilia. Oltre 30 scosse sono state registrate nella notte appena trascorsa con un picco di magnitudo 3.6. La paura e l’ansia di non sapere cosa potrà succedere domani comincia a dilagare tra le popolazioni costrette a vivere con l’incubo del terremoto da più di 10 giorni.

E ancora una volta la provincia di Latina si mobilita per la solidarietà ma anche per un aiuto concreto che questa volta parte da Cisterna. Nel pomeriggio di ieri un gruppo della protezione civile si è mosso alla volta dell’Emilia per il soccorso delle popolazione terremotate.

In stato di allerta già dalla giornata di martedì – quando altre violenti scosse hanno colpito la regione emiliana - il centro regionale di coordinamento ha poi chiesto ufficialmente l’intervento dei volontari di Cisterna; così intorno alle 16 di ieri un gruppo composto da sette patentati “alto rischio”, un pulmino per il trasporto di persone ed un autocarro per il trasporto delle merci, è partito alla volta del centro regionale su via Cassia. Da qui alle 18 circa la partenza per l’Emilia Romagna dove tutte le unità verranno coordinate ed assegnate a precisi incarichi d’intervento.

La Protezione Civile di Cisterna ha già varie esperienze in soccorsi alle popolazioni colpite da calamità. Del gruppo diretto in Emilia e capeggiato dallo stesso presidente dell’associazione, Marcello Meddi, infatti fanno parte alcuni dei soccorritori della popolazione abruzzese colpita dal terribile terremoto del 6 aprile 2009.

Il gruppo sarà a stretto contatto con il Comando di Polizia Locale di Cisterna per eventuali richieste di beni o personale, e si avvicenderà settimanalmente con altri gruppi di volontari dell’associazione.

“La nostra Protezione Civile – ha commentato il sindaco Antonello Merolla che ha raggiunto la sede dell’associazione per salutare e augurare un buon lavori ai volontari in partenza – ancora una volta partecipa alle azioni di soccorso in favore delle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Sono certo che sapranno rendersi utili e distinguersi per la competenza e generosità della loro opera confermandosi un vero orgoglio per tutta la città di Cisterna”.

APRILIA –Il Comune fa sapere che la ditta Iossa Trasporti, con sede in via dell'Industria 7 ad Aprilia, partirà nelle prossime 24/36 ore per l'Emilia Romagna, e precisamente per San Felice sul Panaro, con dei prefabbricati per offrire un alloggio provvisorio ai cittadini del luogo colpiti dal sisma. Oltre a questo è importante recapitare anche generi di prima necessità (latte e lunga conservazione, omogeneizzati per bambini, pasta, cibo in scatola, medicinali e qualsiasi altro alimento non soggetto a deperimento e possa essere trasportato).

“L'amministrazione comunale accoglie con favore l'iniziativa spontanea di solidarietà – si legge in una nota -. Chiunque può contribuire donando qualche prodotto presso il centro di raccolta straordinario allestito presso lo stabilimento di via dell'Industria 7 ad Aprilia, fino alle ore 18 di oggi. Questo è un appello a tutta la cittadinanza affinché si possa offrire un aiuto concreto a chi oggi ha bisogno. Grazie. Info: 349.6573553”.

COME FARE PER AIUTARE I TERREMOTATI

LA SOLIDARIETÀ DELL'API

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

Torna su
LatinaToday è in caricamento