Terremoto, primi sopralluoghi dei geologi e verifiche sui pozzi

Dopo il Consiglio comunale straordinario dei giorni scorsi, i tecnici sono a lavoro per sondare in profondità il terreno nella zona interessate e per monitorare il fenomeno

Da qualche settimana le scosse di terremoto che dal luglio ad oggi, con una notevole concentrazione nei mesi di febbraio e marzo, hanno interessato la provincia pontina sembrano finalmente aver concesso una tregua.

Questo, però, non ha fatto abbassare il livello di guardia da parte dell’amministrazione comunale a lavoro per monitorare il fenomeno che ha gettato nel panico l’intera popolazione.

In seguito a quanto era stato annunciato durante la recente seduta straordinaria del Consiglio comunale, convocata dal presidente Nicola Calandrini per una sessione tecnico-scientifica, un primo sopralluogo sui territori interessati si è avuto questa mattina.

Il direttore nazionale del Centro Terremoti, che dipende dal Centro nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dott. Giulio Selvaggi, unitamente ai geologi della Regione Lazio, Antonio Colombi e Fabio Meloni, responsabili dell’Ufficio Geologico e Sismico della Regione, e al presidente del Consorzio industriale Roma-Latina, Luigi Torelli, sono stati ricevuti in Comune dal sindaco Giovanni Di Giorgi, nell’ambito delle azioni previste per effettuare un apposito monitoraggio attraverso la escavazione di un pozzo nella zona interessata.

Successivamente i tre tecnici, il presidente Torelli e il presidente del Consiglio comunale, Nicola Calandrini, hanno effettuato un sopralluogo in località Pantani d’Inferno per una verifica tecnica su alcuni pozzi di proprietà del Consorzio industriale. Uno di tali pozzi, infatti, dovrà poi essere utilizzato dai geologi per sondare in profondità il terreno nella zona interessata, al fine di procedere ai necessari approfondimenti e reperire informazioni utili a monitorare il fenomeno in corso.

Il sopralluogo ha avuto esiti positivi, con l’individuazione di un pozzo adatto allo scopo; i rilievi tecnici continueranno, comunque, nella giornata di giovedì.

“Stiamo lavorando per dare corso a quanto stabilito nel recente Consiglio comunale – ha detto il presidente del Consiglio Nicola Calandrini – Questo percorso, come ho già affermato, portato avanti da tecnici altamente qualificati serve non a rassicurare, non ad allarmare ma ad informare in modo scientifico la comunità di cosa sta accadendo nel territorio. Ringrazio ancora i tecnici della Regione per il lavoro che stanno svolgendo e come amministrazione garantiamo grande attenzione a questi fenomeni”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operazione Arpalo, attesa per la perizia sulla ferita di Pasquale Maietta

  • Cronaca

    Marcato del falso online, scoperta a Latina una stamperia di marchi contraffatti

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Pontina a Terracina: auto finisce fuori strada, muore un uomo

  • Cronaca

    Rubano all'interno di un'auto, rintracciati e denunciati. Il bilancio della polizia

I più letti della settimana

  • Frodi e riciclaggio: raffica di arresti. Tra i destinatari Pasquale Maietta

  • Operazione Arpalo, frodi e riciclaggio: 13 arresti. Il "sistema" di Pasquale Maietta

  • Scontro tra auto e moto a Trevi nel Lazio: muore un centauro di Latina

  • Frodi e riciclaggio, operazione di polizia e finanza: tutti i nomi degli arrestati

  • Fair play tra i 'Giovanissimi': l'arbitro gli assegna un rigore che non c'è e lui lo calcia fuori

  • Operazione Arpalo, il suicidio di Censi: nello studio ritrovato un carteggio con Colletti

Torna su
LatinaToday è in caricamento