Falso tesserino delle forze dell’ordine in auto, sequestro ad Aprilia

In casa del 44enne trovate anche pettorine, una paletta di segnalazione ed altro materiale in uso alle guardie zoofile nazionali. Si indaga per capire se ne sia stato fatto un uso indebito

Il materiale sequestrato dalla polizia stradale

Andava in giro in auto con alcune pettorine, una paletta di segnalazione ed altro materiale in uso alle guardie zoofile nazionali, insieme anche ad alcuni contrassegni in uso alla provincia di Roma.

La scoperta è stata fatta dagli agenti del polizia stradale di Aprilia durante una perquisizione domiciliare voluta dalla Procura della Repubblica ed emessa dal tribunale di Latina ai danni di un apriliano di 44 anni residente a Nettuno.

L’operazione è scaturita dal ritrovamento di un tesserino con placca metallica, come quelle in uso alle forze dell’ordine, in seguito al quale è stata avviata una stretta collaborazione con la polizia locale e le guardie zoofile nazionali ecologiche del comune di Nettuno la ha portato poi ad una serie di accertamenti nei confronti della persona proprietaria del falso tesserino che hanno fatto emergere alcune irregolarità.

Durante la successiva perquisizione domiciliare oltre al materiale in uso alle forze dell'ordine, è stata inoltre scoperta e sequestrata una pistola a tamburo modello revolver p38 special con 50 munizioni, la quale, invece di essere custodita in Aprilia - come da autorizzazione di polizia - era stata spostata senza alcun nulla osta presso l’abitazione di nettuno, dove di fatto risultava detenuta illegalmente.

Gli agenti della polizia stradale hanno così provveduto a sequestrare anche il porto d’armi mentre sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se sia stato fatto un uso indebito del materiale rinvenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

  • Omicidio di camorra del '92: quattro arresti tra le province di Caserta e Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento