Terracina dopo il tornado: riparata la scuola danneggiata. La visita del sindaco Procaccini

Il saluto a docenti ed alunni del primo cittadino e del suo vice Tintari al rientro dopo le vacanze nell'istituto Maestre Pie Filippini. Liquidati a breve i contributi raccolti con le donazioni sul conto corrente attivato dal Comune

Sono riprese ieri, lunedì 7 gennaio, al rientro dopo le festività natalizie, le lezioni nella scuola delle Maestre Pie Filippini fortemente danneggiata dal tornado del 29 ottobre scorso. Alunni e docenti hanno ricevuto, al ritorno in classe, la visita del sindaco Procaccini e del vice sindaco Tintari che hanno voluto augurare loro una serena ripresa delle attività scolastiche esprimendo le proprie felicitazioni per il ripristino delle aule e della facciata dell’istituto distrutte dall’uragano che ha devastato la città

“Siamo venuti qui – dice il sindaco di Terracina Nicola Procaccini – perchè sentivamo la necessità di portare il saluto della città ad una storica e amata istituzione scolastica di Terracina. Sono passati poco più di appena due mesi da quel 29 ottobre ed è una vera gioia constatare che la scuola è stata già riparata e ripristinata in pieno nonostante i gravissimi danni subiti. Un modello di efficienza e amor proprio, così come tutti gli altri terracinesi che hanno subito danni da quell’evento catastrofico. La volontà di ripartire ha prevalso su tutte le difficoltà. Ai ragazzi, alle suore, al corpo docente e non docente dell’istituto rivolgo le mie sincere congratulazioni e il mio ringraziamento per questa grande prova di spirito di comunità”.

Anche il vice sindaco e assessore all’Istruzione Roberta Tintari ha espresso la propria “soddisfazione per la piena ripresa delle attività scolastiche, in verità sospese solo per pochissimi giorni dopo l’uragano a testimonianza della volontà di non lasciarsi sconfiggere dagli eventi e proseguire con fiducia il percorso di vita. L’istituto Maestre Pie Filippini rappresentano una parte fondamentale dell’offerta educativa e formativa della nostra città. Come è noto, essendo un istituto parificato e non comunale, non ci è stato possibile aiutarlo direttamente, ma abbiamo voluto attivarci per raccogliere la solidarietà dei terracinesi e dare un sostegno alla scuola. Per questo motivo abbiamo aperto un apposito conto corrente destinato alla raccolta di fondi a beneficio dell’istituto e dei cittadini sfollati. Come preannunciato nei giorni scorsi il 30% delle risorse l’abbiamo destinato al ritorno alla normalità per gli alunni delle Maestre Pie Filippini, il 70% agli sfollati. 

Abbiamo comunicato all’istituto che il 31 dicembre è stata firmata la determina e che nei prossimi giorni verranno erogati i 14.305 euro destinati alla scuola dei 47.685 complessivi raccolti nel conto corrente. I restanti 33. 380 euro verranno ripartiti equamente tra gli sfollati che ne faranno richiesta entro il 31 gennaio, secondo le modalità stabilite nell’avviso pubblico e indicate sul sito internet del Comune di Terracina. Desideriamo ringraziare i privati cittadini hanno contribuito secondo le proprie possibilità, coloro che hanno organizzato eventi per la raccolta fondi, le città gemellate di Cabourg, Bad Mondorf, Coira e Bad Homburg e tutte quelle persone che si sono adoperate mettendo a disposizione le proprie competenze per sostenere questo grande sforzo di ricostruzione. Ci ha fatto una certa impressione vedere la lavagna di una delle aule devastate ferma agli esercizi di quel 29 ottobre, ma oggi da questa scuola, da questi ragazzi, parte uno straordinario messaggio di rinascita e di vita”.

L’avviso pubblico e la modulistica relativa alla presentazione delle domande per l’accesso ai contributi da parte dei cittadini che hanno dovuto abbandonare la propria abitazione sono reperibili al link http://hosting.soluzionipa.it/terracina/albo/albo_dettagli_full.php?id=12474, sito del Comune di Terracina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento