Truffe, promettevano lavoro in cambio di soldi: 5 arresti a Gaeta

Operazione "Tramontana" della capitaneria di porto. Si facevano consegnare grosse somme di denaro per posti di lavoro nel settore marittimo; poi le minacce per scongiurare la denuncia

Promettevano posti di lavoro nel settore marittimo chiedendo in cambio consistenti somme di denaro.

È scattata questa mattina alle prime luci dell’alba l’operazione condotta dalla capitaneria di Porto di Gaeta e denominata “Tramontana”.

Il personale della guardia costiera ha date esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare disposte dal gip del tribunale di Latina, Costantino De Robbio. Per le 5 persone finite in manette l’accusa è di truffa.

In sostanza, il gruppo prometteva alle vittime posti di lavoro nel settore marittimo e riusciva a farsi consegnare consistenti somme di denaro; ma il quadro veniva completato con una serie di minacce che i truffatori rivolgevano alle vittime non appena queste scoprivano il raggiro affinchè non presentassero denuncia,.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella rete sono caduti immigrati ma anche diversi studenti dell'istituto nautico attratti dalla prospettiva di un lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

Torna su
LatinaToday è in caricamento