Stipendi non pagati ai lavoratori, lite e investimento: denunciato il titolare di un'azienda

Un cittadino tunisino investito dal proprietario dell'attività. E' accaduto a Borgo Sabotino

Un investimento di un cittadino nordafricano è finito con una denuncia per il reato di lesioni dolose. Una storia che ha richiesto l'intervento degli equipaggi della squadra volante, in seguito alla segnalazione arrivata al 113 per una lite e un ferito travolto da un'auto. E' accaduto questa mattina, poco prima delle 10, in strada Sabotino. Quando gli agenti della Volante sono arrivati sul posto hanno trovato un tunisino riverso a terra, che sanguinava da una caviglia. L'uomo ha raccontato che la ferita era stata provocata da un investimento da parte di una Fiat 500 condotta da un uomo che si era dato alla fuga ma che poi era tornato sul luogo dell'incidente mettendosi a disposizione della polizia. 

Sul posto erano presenti quattro braccianti nordafricani impiegati in un'azienda agricola di Borgo Sabotino e un uomo, padre dell'aggressore. Mentre il ferito è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale per le cure del caso, gli agenti della Volante hanno cercato di ricostruire quanto accaduto dalle testimonianze dei presenti. I quattro braccianti hanno raccontato che questa mattina, arrivati sul luogo di lavoro, si sono rifiutati di prendere servizio perché pretendevano chiarimenti sul mancato pagamento di due mensilità arretrate. Ne è nata quindi una discussione con il padre del titolare dell'azienda agricola, conclusa, secondo i lavoratori, con l'investimento volontario di uno dei cittadini extracomunitari da parte del titolare della ditta. Gli altri braccianti sono riusciti ad evitare l'impatto solo grazie alla prontezza di riflessi. 

Tutt'altra invece la versione fornita dal padre del titolare, secondo il quale, in risposta a un suo tentativo di chiarire la vicenda, era stato aggredito con due pugni e costretto a fuggire a bordo della sua auto. L'uomo aveva poi raccontato tutto al figlio e quest'ultimo, arrivato sul posto per licenziare gli operai inadempienti, sarebbe stato a sua volta aggredito dai migranti e nel tentativo di scappare con l'auto ne avrebbe investito uno,

Il cittadino tunisino ferito è stato ricoverato con una prognosi di 30 giorni per le lesioni riportate. Il titolare della ditta, C.A., 30 anni, è stato denunciato per lesioni dolose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

Torna su
LatinaToday è in caricamento