Usura ad una commerciante di Aprilia dopo il prestito, arrestati due uomini

I due pretendevano dalla donna la restituzione di oltre 50mila euro euro a fronte di un prestito iniziale di 15mila euro. Ad aspettarli a Lavinio, dove era previsto lo scambio per la consegna di un acconto, hanno però trovato i carabinieri

Le avevano prestato 15mila euro per poi chiederne in cambio oltre 50mila: due uomini di Aprilia sono stati arrestati ieri dai carabinieri per i reati di usura in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere. In manette sono finiti un 68enne e un 43enne. 

Secondo quanto ricostruito dai militari, i due costringevano una donna commerciante di Aprilia a restituire loro la somma di 55.600 euro a fronte di un prestito iniziale di 15mila euro. 

Per il pomeriggio di lunedì a Lavinio era fissato un incontro per la consegna di un acconto di 7mila euro, dove gli aguzzini hanno trovato ad attenderli proprio i carabinieri che, avviate le indagini, erano venuti a conoscenza del luogo dell’incontro. 

Qui i militari hanno fermato i due uomini recuperando anche la somma, trovata in possesso del 68enne subito dopo la consegna da parte della vittima. Durante la perquisizione sono anche stati trovati appunti con dati e cifre in ferimento alla loro attività di usura nonché, all’interno del Mercedes Coupè del più anziano dei due aguzzini, anche uno sfollagente telescopico in ferro di 53 centimetri. 

Dopo le formalità di rito i due arrestati sono stati portati nella casa circondariale di Velletri, come disposto dall’autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento