Vaccini a scuola, il Tar del Lazio respinge il ricorso di un genitore a Latina

Il Tribunale amministrativo del Lazio ha rigettato il ricorso presentato dalla famiglia che chiedeva di accertare il diritto del proprio figlio a proseguire il percorso scolastico presso la scuola dell’infanzia, nonostante non fosse vaccinato

E’ stato respinto dal Tar del Lazio il ricorso di una mamma di Latina che chiedeva di ammettere il proprio figlio a scuola nonostante non fosse stato vaccinato. 

Questa la decisione del Tribunale amministrativo del Lazio (sezione staccata di Latina) che, con ordinanza del 19 ottobre 2017, ha rigettato il ricorso presentato da un genitore con cui chiedeva di accertare il diritto del proprio figlio a proseguire il percorso scolastico presso la scuola dell’infanzia, nonostante non fosse vaccinato.

 La famiglia aveva fatto ricorso contro il Miur, il ministero della Salute e la scuola, chiedendo la sospensione del provvedimento di esclusione del bimbo.

I giudici hanno quindi ribadito la prevalenza del diritto alla salute su quello all’istruzione, ritenendo lecito non ammettere alla scuola dell'infanzia un bambino se non non ha seguito le prescrizioni della legge sulle vaccinazioni obbligatorie. 

Nell’ordinanza, inoltre, viene precisato che “non sussiste alcun danno grave e irreparabile, dovuto all’impossibilità di accedere al servizio scolastico dell’infanzia”, in quanto è sufficiente adempiere agli obblighi vaccinali previsti dalla legge, ritenuti di immediata applicazione come confermato dal Consiglio di Stato nel parere del 26 settembre 2017.

Il genitore è stato condannato al pagamento di mille euro, a titolo di spese del giudizio cautelare, oltre accessori di legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento