Gaeta, sequestrati 20 chili di pesce. Multa per un venditore ambulante abusivo

Sanzione di oltre 6500 euro per l'uomo nell'ambito di un controllo della guardia costiera nel contrasto alla vendita abusiva di prodotti ittici sulla spiaggia. L'attività rientra nell'operazione estiva "Mare Sicuro 2016"

Maxi sequestro di pesce e multa per un venditore ambulante abusivo: questo il bilancio di un’operazione a Gaeta della guardia costiera nell’ambito dell’operazione estiva “Mare Sicuro 2016” per la corretta applicazione delle norme di sicurezza balneare, della navigazione, della regolare fruizione del demanio marittimo e del rispetto delle normative sulla commercializzazione dei prodotti ittici.

Durante le attività di vigilanza i militari hanno accertato sull’arenile di Sant’Agostino la presenza di un venditore ambulante abusivo intento alla vendita di prodotti ittici, in violazione delle norme in materia di igiene, senza le garanzie di salubrità, tracciabilità e rintracciabilità previste dalle normative di settore ed in contrasto alle disposizioni che regolano la vendita itinerante.

Elevata una sanzione di oltre 6.500 euro a carico del responsabile e sequestrati oltre 20 chilogrammi di prodotti ittici, nonché di molluschi bivalvi, che sarebbero finiti sulla tavola degli ignari consumatori.

SICUREZZA IN MARE - Nell’ambito dei controlli in mare particolare attenzione è stata posta sul rispetto dell’ordinanza di sicurezza balneare relativamente alla presenza sotto costa di unità da diporto ancorate all’interno della fascia dei 200 metri, riservata esclusivamente alla balneazione, nel tratto di mare antistante la spiaggia dell’Arenauta a Gaeta. 

In particolare sono stati elevati verbali amministrativi per un valore di oltre 500 euro, nei confronti dei trasgressori.

Le attività di controllo della Capitaneria di Porto di Gaeta proseguiranno anche nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento