Violenza sulle donne, quasi 600 persone al Camper della Polizia nel giorno di San Valentino

Successo per Progetto Camper a cui la Polizia ha dato vita insieme al Comune e al Centro Donna Lilith. Per l'intera giornata agenti e psicologi hanno informato, consigliato, guidato e sostenuto donne e uomini che stanno vivendo momenti di difficoltà

Per un intera giornata, non a caso quella di San Valentino, hanno incontrato donne, e non solo, nell'ambito di un'iniziativa per contrastare il dilagante fenomeno della violenza di genere. 

Sono gli agenti della Polizia che, in collaborazione con il Comune di Latina e con l’associazione Centro  Donna Lilith, proprio in occasione della festa degli innamorati, hanno dato vita al Progetto Camper, che aveva come obiettivo quello di favorire l’emersione del fenomeno della violenza contro le donne, agevolando e promuovendo un contatto diretto con le potenziali vittime offrendo loro il supporto di un’equipe multidisciplinare, composta da operatori specializzati: medici/psicologi, esperti di reati contro la persona, rappresentanti della locale Rete Antiviolenza e delle Associazioni attive sul territorio. 

Per l’intera giornata, infatti, gli uomini e le donne della Polizia di Stato, sono stati affiancati da psicologi della Polizia di Stato, hanno informato, consigliato, guidato e sostenuto tutte quelle persone, uomini e donne, che stanno vivendo momenti di difficoltà. 

Complessivamente sono state 515 le donne e 56 gli uomini che si sono rivolti al Camper contro la violenza di genere, che vanno ad aggiungersi alle oltre 18.600 persone già contattate nel corso degli ultimi sei mesi di attività in altre 22 province italiane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È doveroso rammentare - commentano dalla Questura di Latina - che la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento