Voragine sulla Pontina, la Procura indaga per disastro colposo

L’inchiesta dei pm Bontempo e De Luca per ora è contro ignoti. A breve l’acquisizione della documentazione

Disastro colposo. E’ questo il reato ipotizzato dalla Procura della Repubblica con riferimento al crollo di un tratto della Pontina domenica 25 novembre all’altezza di Terracina.

L’inchiesta, coordinata dai sostituti procuratori Giuseppe Bontempo e Valerio De Luca, è ancora nella fase iniziale tanto che si indaga contro ignoti e non c’é alcun nome iscritto finora nel registro degli indagati. Tutto si gioca infatti su accertamenti tecnici ed esame della documentazione relativa allo stato dell’arteria stradale per capire che cosa ha determinato, domenica all’alba, l’apertura di una voragine profonda 8 metri all’interno della quale è precipitata l’auto con a bordo due persone, una delle quali – Valter Donà - non è riuscita a mettersi in salvo ed è tuttora dispersa.

Le ricerche del corpo del 68enne, che proseguono da tre giorni, non hanno ancora dato risultati. Nei prossimi giorni i magistrati acquisiranno la documentazione tecnica dai diversi enti competenti e probabilmente procederanno anche ad affidare l’incarico per alcuni accertamenti sull’arteria stradale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento