Voragine sulla Pontina, ricerche per trovare Valter Dona. Iniziativa della Protezione Civile

Importante risposta dei cittadini alla mobilitazione organizzata dai volontari; presente anche il sindaco di Terracina Nicola Procaccini

(foto pagina Facebook Protezione civile comune di Terracina)

In tanti hanno partecipato questa mattina alla mobilitazione della protezione civile a Terracina per le ricerche di Valter Donà, l’imprenditore che dal 25 novembre risulta ancora disperso dopo l’apertura dell’enorme voragine sulla Pontina. 

Numerosi i cittadini che hanno risposto all’appello per l’iniziativa che è stata organizzata dalla Protezione Civile comunale di Terracina e dall'ANPS Terracina Gruppo Volontari Protezione Civile per perlustrare le zone adiacenti al crollo di quasi due mesi fa. 

Tra questi anche il sindaco Nicola Procaccini che questa mattina si è recato sul luogo dell’enorme voragine nei pressi del chilometro 97,700 della strada regionale. “Un atto di generosa bellezza. Un gesto d’amore” per i familiari dell’imprenditore disperso, ha definito la mobilitazione il primo cittadino che ha chiamato a raccolta tutti i terracinesi. 

“Ancora senza esito le ricerche del disperso della voragine sulla Pontina ma non demordiamo, ritorneremo presto con i sommozzatori. Grazie a tutti i cittadini che hanno partecipato, l'associazione della polizia di stato, la croce rossa e l'associazione Anc carabinieri” scrive la protezione civile del Comune di Terracina sulla sua pagina Facebook. Nel corso delle ricerche sarebbero comunque stati trovati un paio di occhiali che potrebbero appartenere all’imprenditore. 

Area dissequestrata: presto i lavori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento