Eccellenze pontine: la fragola favette di Terracina, un prodotto unico al mondo

Una fragola piccola, rotonda e dolcissima che ha origini in Francia ma che oggi si produce solo nell’Agro Pontino

Tra le eccellenze locali non può mancare la fragolina Favette di Terracina, una qualità di fragola tipica di questa zona che non ha eguali in tutto il mondo, divenuta un prodotto tradizionale del luogo già da qualche tempo.

Dalla Francia all’Agro Pontino

La fragola è un frutto conosciuto e amato sin dai tempi degli antichi Romani che la ritenevano afrodisiaca. Alla corte del Re Sole erano talmente apprezzate che Luigi XIV ordinò ai giardinieri di trapiantare nei giardini di Versailles le fragranti fragole selvatiche che si trovavano nei boschi vicini. E proprio dalla Francia arriva la fragola Favette, che è stata introdotta in territorio pontino circa 50 anni fa da un’azienda francese che voleva diffondere questa coltivazione in tutto il mondo. Le favorevoli condizioni climatiche hanno fatto sì che la fragola favetta attecchisse solo nell’Agro Pontino. Dato lo scarso successo del progetto, l’azienda francese abbandonò il brevetto della coltivazione e da allora gli agricoltori rinnovano ogni anno la fioritura delle piantine, dando vita così a un prodotto unico nel suo genere e dal sapore inimitabile.

Le caratteristiche delle fragole favette di Terracina

La fragola favette è di dimensioni molto più piccole delle fragole che si trovano normalmente in commercio, ha una forma tondeggiante, un acceso colore rosso e un aroma molto intenso che la rende estremamente riconoscibile e affatto imitabile. La composizione del terreno in cui viene coltivata, per un centinaio di ettari tra Fondi, Monte San Biagio, Pontinia, Priverno, Sabaudia, San Felice Circeo, Sonnino e Terracina, la rende ancora più dolce delle altre fragole e ancor più ricca di vitamina C. Viene piantata a settembre e l’unico raccolto annuale avviene tra metà marzo e metà giugno. Tra le altre caratteristiche della fragola favette, che sono tipiche delle fragole in generale, c’è la ricchezza di calcio, ferro e magnesio che la rendono utile per combattere il colesterolo e i dolori reumatici. La forte presenza di acido salicilico che la rendono inoltre un potente diuretico e depurativo. Le fragole contengono inoltre lo xilitolo, sostanza che previene la formazione della placca dentale e dell’alito cattivo, e sono dei potentissimi antiossidanti.

Come si gustano le fragoline favette

Data la dolcezza di questo frutto e la sua freschezza è ottima da gustare fresca e nelle macedonie. Prendendo spunto proprio dalla cucina francese e associando il frutto ad altri prodotti tipici pontini viene utilizzata anche per realizzare ottimi primi piatti come le
pappardelle con gamberi rossi e fragole, o ottimi secondi di pesce come il  filetto di tonno pinna rossa condito con un aspretto di fragole. Un classico uso che se ne fa è anche nella pasticceria, accanto a creme pasticcere per esempio o nei dolci. Particolarmente gustose sono le marmellate realizzate con le fragole favette soprattutto se utilizzate per farcire lo strudel.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento