Acqualatina, 25 dipendenti in mobilità: firmato l’accordo

L'intesa, come spiegano i sindacati, prevede l'uscita di quei lavoratori che raggiungeranno i requisiti per l'aggancio al trattamento pensionistico

Venticinque lavoratori in mobilità ad Acqualatina. Nella giornata di ieri è stato firmato l’accordo tra Femca Cisl, Uiltec Uil e Rsu aziendale.

Un protocollo, quello sottoscritto, che si inquadra “nel percorso già definito tra le parti nell’accordo dei contratti di solidarietà siglato lo scorso 20 maggio - spiegano i sindacati -.  L’intesa raggiunta prevede l’uscita dall’azienda per tutti quei lavoratori che raggiungeranno i requisiti per l’aggancio al trattamento pensionistico, ed a queste persone è  stato garantito l’85% del salario compresi i ratei di 13° e 14° mensilità".
Inoltre, continuano i sindacati, “sarà data la possibilità di uscita a quei dipendenti che, fatte salve esigenze tecnico produttive aziendali, decideranno di lasciare volontariamente la società. Con la firma di questo accordo si apre un percorso che dovrà avere come risultato il rilancio di Acqualatina che nei prossimi mesi dovrà intensificare la sua missione nel dare all’utenza un servizio di qualità e nello stesso tempo abbattere il più possibile la morosità, un vero problema che attanaglia le finanze della società”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’uscita dei lavoratori ed i contratti di solidarietà aiuteranno Acqualatina ad un recupero finanziario per fare fronte alle spese di esercizio - ha commentato Roberto Cecere, segretario generale della Femca Cisl di Latina -. Con quest’ulteriore accordo ci auguriamo possano venir meno anche una serie di polemiche alimentate dalla Filctem Cgil che avevano come unico scopo quello di mettersi in evidenza vista la loro non presenza nella Rsu; un atteggiamento che ne ha determinato l’esclusione dal tavolo. Auspichiamo che tali comportamenti irresponsabili da parte della Filctem, che hanno avuto come unico risultato il nulla, possano in un futuro far maturare la stessa responsabilità che questa Organizzazione dimostra in altri contesti. I lavoratori di Acqualatina hanno bisogno di lavorare e di soluzioni che diano prospettive per il futuro, non di strategie che non portano a niente.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

Torna su
LatinaToday è in caricamento