Luci ed ombre del settore produttivo, i dati diffusi da Confartigianto

Report annuale studio sulla situazione della piccola impresa e sull'artigianato nella nostra provincia. Il presidente Mantovani: "Bata agli sprechi, puntare e promuovere il settore produttivo"

Aldo Mantovani, presidente provinciale di Confartigianato

No a sprechi di denaro ma puntare sulla produzione e sulla promozione del nostro sistema produttivo”.

Questo il monito del presidente provinciale di Confartigianato, Aldo Mantovani che commenta i dati dell’annuale studio sulla situazione della piccola impresa e sull’artigianato nella nostra provincia, ad opera dell’ Ufficio Studi di Confartigianato diffusi nei giorni scorsi.

E tra luci ed ombre il report ha messo in evidenza la forze del settore. “Dallo studio – ha dichiarato Mantovani- percentuale più, percentuale meno, si evince l’importante ruolo produttivo ed occupazionale delle piccole e medie imprese e delle aziende artigiane sul nostro territorio. Questo comparto deve essere maggiormente sostenuto e supportato concretamente. In quest’ottica Confartigianato ha presentato una serie di concrete proposte alla Provincia di Latina per cercare di fronteggiare questa crisi economica che sta colpendo il settore. Costituzione di un apposito fondo rotativo, sportelli Suap realmente operativi, costituzione di una apposita Agenzia provinciale per la micro impresa e artigianato e, soprattutto, il recepimento dello Statuto delle Imprese che recepisce lo Small Business Act europeo…le priorità su cui confrontarsi ed operare”.

“E’ questo –conclude Aldo Mantovani- il momento di rimboccarsi le maniche e operare, tutti insieme, per una maggiore produzione. Il denaro –anche quello pubblico- non può essere sprecato ma deve essere utilizzato al meglio per promuovere le nostre imprese e supportarle in ogni dove.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I DATI - I dati parlano chiaro: le imprese con meno di 20 addetti, nella nostra provincia, sono pari al 98,3%, ovvero ben 38.902 che occupano circa 92.563 addetti pari al 69,5% di tutti gli occupati delle imprese; percentuale che arriva al 79,8% se analizziamo le imprese con meno di 50 addetti. Il comparto artigiano conta oggi il 16,7% delle imprese (9.613 aziende) e ogni giorno nascono, in media, tre imprese artigiane, secondo le proiezioni dell’ Ufficio studi di Confartigianato nazionale. L’incidenza sociale dell’artigianato è di 1,7 imprese artigiane ogni 100 abitanti e 4,3 ogni 100 famiglie. Gli imprenditori artigiani sono 12.867, di cui 11.727 titolari e 1.140 collaboratori. Le quote rosa sono ampiamente rispettate, dimostrando una vitalità nel settore molto importante; le imprenditrici artigiane sono 2.382, pari al 18,5% degli imprenditori. Anche i “giovani imprenditori” fanno la loro parte: 2.533 sono gli imprenditori artigiani sotto i 35 anni. Altro dato da non sottovalutare è il numero degli occupati (in generale) nelle imprese artigiane pari a 19.768; ben il 16,9% dell’occupazione delle imprese. Oggi, la dimensione media di una azienda artigiana è di 2,4 addetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento