Arresti per caporalato, segretario generale Fai Cisl: “Fatto grave che non mina i nostri valori”

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Riunione del Consiglio direttivo della Fai Cisl di Latina questa mattina nella sede di Sermoneta Scalo dopo gli arresti di giovedì scorso nell’ambito dell’operazione “Commodo” della SquadraMobile contro il caporalato. Agli arresti come si ricorderàà, anche il segretario provinciale della Fai, Marco Vaccaro. Al termine della riunione confermata oggi la sospensione del segretario. 

Al Consiglio direttivo ha preso parte anche il segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota. “Quello che è successo è un fatto molto grave e noi ribadiamo la piena fiducia nella magistratura - ha detto il segretario nazionale Rota -. Ma questo non può minare i valori e i principi della Cisl per il contrasto al caporalato all’irregolarità, ad ogni abuso o violenza nei confronti dei lavoratori”. 

Segretario nazionale Fai Cisl: "Noi parte lesa"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

Torna su
LatinaToday è in caricamento