Commercio, deroga al riposo settimanale anche per il mese di marzo

Nuova concessione da parte dell'amministrazione che fa seguito alle numerose richieste avanzate dagli stessi esercenti. Il provvedimento è volto ad incentivare il settore commerciale

Era successo già nel mese di febbraio e anche per marzo il Comune di Latina concede a tutti i commercianti la possibilità di rinunciare al giorno di riposo settimanale. La decisione è stata presa in seguito alle numerose richieste da parte degli stessi commercianti che hanno spinto il sindaco Di Giorgi a concedere la facoltà a tutti gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio su area privata nel Comune di Latina, regolarmente autorizzati, di derogare all’obbligo di chiusura del turno settimanale previsto dalle leggi e dalla normativa locale vigenti in materia, per il mese di marzo, fermo restando l’obbligo del rispetto di mantenere gli orari giornalieri di vendita, già regolamentati. Il provvedimento ha come obiettivo anche quello di incentivare il settore commerciale già penalizzato dalla contrazione dei consumi per la crisi economica.

Potrebbe interessarti

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Nuova disinfestazione contro le zanzare a Latina: tutte le date e le zone interessate

  • Per Ferragosto la tradizionale processione della Madonna Stella Maris, ma non in mare

  • Sabaudia smart beach, rivoluzione sul lungomare: “Più sicuro e a portata di click”

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Perugia, muore un 48enne di Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Cisterna, panico dopo la festa di San Rocco: ruba un'auto e a folle velocità attraversa l'isola pedonale

  • Incidente sulla Frosinone-Mare, si aggrava il bilancio delle vittime: muore anche Elisa Sperduti

  • Controlli del Nas negli alloggi per anziani: chiuse tre strutture a Sezze

  • Ispezioni nei ristoranti: chiuso un take away al Circeo, sequestri in una pizzeria-kebab di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento