Coronavirus, le preoccupazioni dei sindacati in videoconferenza con il Prefetto

Il segretario Cisl Robero Cecere: "Le aziende che non sono indispensabili vanno fermate"

L’ipotesi al vaglio del Governo di procedere alla chiusura di alcune aziende per contenere il diffondersi del Coronavirus preoccupa i sindacati pontini. Della questione hanno parlato in una videoconferenza con il Prefetto di Latina Maria Rosa Trio i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil: Anselmo Briganti, Roberto Cecere e Luigi Garullo  hanno dichiarato di essere preoccupati e perplessi sulla possibilità di ricorrere alla chiusura delle aziende.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Molte aziende – sottolinea Cecere - stanno disattendendo le disposizioni del Governo. Il Prefetto si è impegnato a sollecitare gli organi di controllo e vigilanza affinché intervengano in modo drastico. E’ inutile dire alle persone di rimanere a casa quando poi chi rientra dal lavoro porta l’eventuale virus dentro casa. Le aziende non indispensabili - conclude il segretario della Cisl - vanno fermate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

Torna su
LatinaToday è in caricamento