Provincia, prorogati i tirocini presso il cravattificio Pompei di Formia

Lo annuncia il presidente Cusani : i training formativi per le 50 lavoratrici, che dopo la mobilità conclusa nel 2010 non hanno più ammortizzatori, sociali proseguiranno per altri sei mesi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Dopo i tirocinanti presso il Tribunale, Procura e Giudice di Pace, la Provincia di Latina proroga per altri sei mesi anche i tirocini formativi a favore dei
lavoratori dell’ex cravattificio Pompei di Formia
.

Si tratta di circa 50 lavoratrici che hanno beneficiato della mobilità in deroga fino al mese di dicembre del 2010 e ora non hanno più ammortizzatori sociali.

“Mi preme evidenziare- tiene a precisare il Presidente Armando Cusani - che trattasi di un intervento di inserimento/reinserimento lavorativo per soggetti lontani da tempo dal mondo del lavoro. L'auspicio è che per qualche lavoratrice il tirocinio possa rappresentare un’occasione, come già successo per altre unità, per inserirsi nuovamente nel mondo del lavoro.”

La proroga concessa dalla Provincia di Latina, comunque, è inserita nel Programma Operativo FSE Obiettivo 2 - Competitività Regionale e Occupazione Regione Lazio. PET (Piano Esecutivo Triennale) 2008/10. “Interventi per contrastare fenomeni di disagio sociale ed economico derivanti da situazioni di mancato reingresso lavorativo”.

Le 50 lavoratrici sono oggi nuovamente occupate in servizi presso enti locali, enti consortili, comunità montane, altri enti di diritto pubblico, istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, Usl e presso cooperative ed imprese private risultanti affidatarie di appalti per servizi di natura pubblica.

“Il territorio della Provincia di Latina – continua sempre il Presidente Cusani - è ancor oggi colpito dagli effetti della crisi economica ed occupazionale
che ormai da diverso tempo ha investito l’economia in generale, con la conseguente perdita di posti di lavoro ed il massiccio ricorso agli ammortizzatori sociali, misure queste che non sempre riescono a dare risposte efficaci. È obiettivo primario, quindi, della Provincia di Latina mantenere in ambiti estremamente limitati i fenomeni di disagio sociale ed economico generati dalla perdita di occupazione o dalla precarizzazione della stessa.”

I più letti
Torna su
LatinaToday è in caricamento