Edilizia, settore in crisi: a Latina calo delle attività del 16,8%

Sono i dati forniti dal presidente di Ance Lazio Petrucci: dalla fine del 2009 ad oggi nel Lazio 3mila imprese edili hanno chiuso i battenti

Edilizia in crisi nel Lazio e nella provincia pontina. Quello dipinto dall’Ance è un quadro preoccupante per il settore nella nostra regione: dalla fine del 2009 ad oggi nel Lazio 3mila imprese edili hanno chiuso i battenti; dall'inizio della crisi il settore ha visto scomparire un quarto del tessuto produttivo.

Il presidente di Ance Lazio, Stefano Petrucci, in occasione della presentazione del numero speciale della rivista dell’Ance LISTA, dedicata alle 'idee e soluzioni' per rilanciare l’economia regionale valorizzando il sistema industriale edile regionale, ha illustrato lo scenario del settore edile in tutta la regione.

“Basti pensare agli oltre 21.000 operai che hanno perso il lavoro da ottobre 2009, il che vuol dire che dall’inizio della crisi oltre un terzo degli occupati diretti delle costruzioni nella nostra regione è uscita dal settore” ha spiegato Petrucci.

“Una situazione insostenibile che è frutto di una contrazione dell’attività che ormai viaggia intorno al 40% rispetto al 2008. Ed è un processo che si è andato aggravando proprio nel 2012 e nei primi mesi di quest’anno. Dall’ottobre del 2009 alla fine del primo trimestre 2013, quindi in due anni e mezzo, il numero delle ore lavorate è diminuito del 32%, passando da 36 milioni e 600mila e 24 milioni e 700mila”.

Una contrazione di attività che, spiega la nota, "ha sfiorato il 30% nella provincia di Frosinone e si è attestata al 22,6% in quella di Viterbo. Si è fermata poco sotto il 20% a Rieti, mentre la provincia di Roma e Latina hanno registrato rispettivamente un calo del 18,8% e del 16,8%. Nella sola provincia di Roma in un anno il calo di attività è misurabile in una perdita di 4 milioni di ore in un semestre".

"Oggi la sfida è ridare vigore ad un tessuto che senza interventi immediati e di forte impatto finanziario sarà perduto per sempre - ha proseguito Petrucci -. Se si vogliono salvare le imprese è imprescindibile sbloccare subito i pagamenti per i lavori eseguiti da tempo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento