Lavoro, incontro con il ministro Poletti: due fronti per combattere la crisi

Politiche attive del lavoro come esperienza pilota a Latina e via ai tavoli per le crisi aziendali: questi i due fronti individuati durante l’incontro a cui hanno partecipato istituzioni, sindacati e lavoratori

Istituzioni, sindacati e lavoratori seduti allo stesso tavolo per discutere delle crisi aziendali e occupazionale che attanagliano la provincia pontina.

L’assessore regionale al lavoro Lucia Valente, il presidente della Provincia Eleonora Della Penna e il vice presidente Giovanni Bernasconi, i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, Anselmo Briganti, Tommaso Ausili e Luigi Cavallo e i rappresentanti dei lavoratori Sapa, Italcraft, Sgm e Avio Interiors, sono stati ricevuti ieri pomeriggio dal Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Nel corso della riunione, promossa dal senatore Claudio Moscardelli, sono state affrontate, quindi, le questioni relative alle delicate vertenze che interessano le quattro aziende e, più in generale, il tema della crisi che sta colpendo il territorio pontino e dell’esigenza di una reale sinergia istituzionale e con i rappresentanti sindacali e delle associazioni di categoria, grazie anche all’intervento diretto del Ministero del Lavoro.

Il Ministro del Lavoro, dopo aver ascoltato con grande attenzione gli interventi ha ribadito l’esigenza di procedere su almeno due fronti, partendo dalla necessità di riportare il confronto sul tavolo del lavoro costituito da Regione Lazio e Provincia di Latina.

Il primo fronte è quello relativo alle crisi che riguardano le aziende più importanti, su cui è necessario, secondo quanto ha confermato Poletti, un intervento diretto delle istituzioni e dello stesso Ministero, per cercare di capire la situazione reale delle aziende convocando appositi tavoli di lavoro diretti con le stesse società.

Il secondo fronte interessa in generale l’intera situazione occupazionale della provincia di Latina. Il Ministro Poletti ha confermato la volontà di avviare una esperienza pilota per le politiche attive per il lavoro superando il tema della crisi e puntando invece a valutare, di comune accordo con il Ministero, gli strumenti necessari per intervenire anche attraverso la sinergia con gli enti preposti (partendo dalla Regione e dalla Provincia) e con i rappresentanti dei lavoratori e delle associazioni di categoria.

“Abbiamo registrato – spiegano l’assessore regionale Lucia Valente, il presidente della Provincia Eleonora Della Penna e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil - una grande disponibilità da parte del Ministro Poletti. Una disponibilità che accende un riflettore importantissimo sul nostro territorio e che conferma la volontà di collaborare con Provincia, Regione, rappresentanti sindacali e associazioni di categoria per contrastare la crisi partendo dalla necessità di mettere in campo, da subito, strumenti concreti per affrontare questa sfida. In tal senso il Ministro del Lavoro ha confermato la volontà di dialogare anche con il Ministero dello Sviluppo Economico: tutti insieme potremo mettere in campo gli strumenti necessari per rilanciare l’economia sul territorio pontino”.

A breve Regione e Provincia si attiveranno per stilare un piano operativo in cui coinvolgere anche il Ministero che dia concretezza all’intesa raggiunta con l’incontro di oggi.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

Torna su
LatinaToday è in caricamento