Zezza: “Risolta la vertenza Findus, scongiurati 127 licenziamenti”

L'assessore regionale al lavoro annuncia la fumata bianca al termine della trattativa: "L'accordo sul part-time volontario consentirà la riorganizzazione aziendale e salverà i livelli occupazionali"

Raggiunta l’intesa, dopo diverse fumate nere, sul futuro dello stabilimento Findus di Cisterna. Il doppio sì di azienda e sindacati è arrivato su un accordo che prevede incentivi per il part-time volontario e altri interventi di welfare aziendale in favore delle famiglie dei dipendenti che si vedranno decurtato lo stipendio. Lo ha annunciato con soddisfazione l’assessore regionale al lavoro e alla formazione Mariella Zezza.

“Con l’accordo raggiunto in Regione al termine di una lunga e intensa trattativa sono stati scongiurati 127 licenziamenti alla Findus di Cisterna di Latina” ha detto ieri Zezza al termine dell’incontro tra i rappresentanti della Compagnia Surgelati Italiana e le organizzazioni sindacali.

L’assessore regionale ha spiegato nel dettaglio i contenuti dell’intesa siglata tra le parti. “Si tratta di un accordo innovativo che consentirà la concessione di 12 mesi di cassa integrazione straordinaria per accompagnare la riorganizzazione aziendale e salvaguardare i livelli occupazionali. L’azienda ha confermato l’impegno ad investire nel sito e ad ampliare la gamma di prodotti realizzati nello stabilimento pontino”.

I lavoratori potranno usufruire di incentivi legati alla scelta volontaria di trasformare il proprio contratto di lavoro in part-time verticale, legato agli 8 mesi di piena produzione o per accettare un cambio di qualifica. “La riduzione di stipendio dei lavoratori che sceglieranno di modificare la propria posizione contrattuale - ha precisato Zezza - sarà compensata anche da interventi di welfare aziendale rivolti ai dipendenti e alle loro famiglie”.

“Oltre ad una mediazione efficace e costruttiva - ha aggiunto l’assessore regionale al lavoro - ci siamo impegnati a sostenere questo percorso con gli strumenti di politica attiva a disposizione e con l’attivazione di un piano formativo per la riqualificazione di lavoratori utilizzando le risorse per la formazione continua, in piena linea con la strategia della Giunta Polverini. Abbiamo messo in campo un nuovo modello di intervento in sede vertenziale - ha concluso Zezza - che ci ha consentito di mettere in primo piano le necessità produttive e occupazionali del sito, a dimostrazione che con il contributo di tutti è possibile superare in maniera virtuosa l’attuale fase economica”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

Torna su
LatinaToday è in caricamento