Approvata fusione di Imof in Mof. Zingaretti: "Chiuso il cerchio, ora il rilancio"

Le assemblee straordinarie dei soci di Imof e di Mof che si sono riunite ieri pomeriggio a Fondi, hanno approvato la fusione per incorporazione

Le assemblee straordinarie dei soci di Imof e di Mof che si sono riunite ieri pomeriggio a Fondi, hanno approvato la fusione per incorporazione dell’Imof nella società Mof. Alla riunione ha partecipato l’assessore all'Agricoltura della Regione Lazio Enrica Onorati, delegata dalla Giunta Zingaretti a illustrare i contenuti della delibera regionale che ha dato il via libera definitivo alla fusione.

“In questi anni la Regione - ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti - si è impegnata in ogni modo per rilanciare il Mercato Ortofrutticolo di Fondi. Lo consideriamo parte centrale di un sistema produttivo insostituibile nell'economia locale e regionale ed è per questo che la fusione per incorporazione di Imof in Mof conclude un cerchio della più ampia attività di razionalizzazione delle partecipazioni societarie della Regione che stiamo portando avanti da sei anni. Si chiude una storia che va avanti da troppi anni e per la quale abbiamo individuato la soluzione migliore dal punto vista finanziario e a livello governance”.

“Lo ripetiamo da anni, la Regione Lazio ha a cuore il bene pubblico e, quindi, in tal senso, deve interpretare il suo ruolo di pubblica amministrazione nell'interesse di tutti i cittadini . aggiunge l'assessore al Bilancio Alessandra Sartore - La fusione costituisce un ulteriore tassello del Piano di razionalizzazione delle partecipazioni della Regione Lazio nell’ottica dell’efficientamento societario. Ringrazio i soci privati per aver contribuito fattivamente al raggiungimento di questo importante obiettivo di riassetto che costituisce anche una pietra tombale rispetto ai contenziosi in piedi da oltre vent’anni tra la Regione e le società. Adesso si avvia una nuova vita per questo importante Centro Agroalimentare e quindi guardiamo in avanti”. 

"Il raggiungimento di un accordo tra il Mof di Fondi e la Regione concluso ieri rappresenta certamente l’apertura di una fase storica per il mercato ortofrutticolo che riveste importanza sul piano nazionale oltre che per il territorio di Fondi, e per tutti gli operatori del settore ortofrutticolo - commenta anche il consigliere regionale del Pd Enrico Forte - La Regione Lazio ha lavorato per raggiungere questo obiettivo: non è assolutamente un punto di arrivo, ma rappresenta un punto di partenza per lo sviluppo del mercato. Ci troviamo di fronte ad un nuovo patto, una nuova armonia tra Mof, territorio di Fondi e Regione che sarà sempre più vicina agli operatori ed all mercato stesso. Questa nuova sinergia si articolerà, ad esempio, attraverso progetti congiunti per il rilancio del sistema ortofrutticolo locale e nazionale; attraverso la realizzazione di iniziative  o la partecipazione alla prossima fiera Fruit Logistic di Berlino ed infine attraverso un piano di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria di tutti i locali. Grazie a questo accordo saranno liberate anche risorse importanti da destinare agli investimenti: la stessa Banca Popolare di Fondi sarà vicina al sistema implementando le politiche di credito a favore degli operatori. Insomma ,questo accordo ha riportato la serenità tra operatori del settore, Regione e territorio di Fondi ed è stato possibile grazie ad uno straordinario impegno della Regione, degli amministrazioni locali, degli operatori e del consiglio di amministrazione del Mof che ha fortemente voluto questo accordo. In questa area sono previsti 20 milioni di investimenti nei prossimi anni e il Mercato avrà tutte le carte in regola per ambire a queste risorse”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Ordinano condizionatori e pagano solo l'acconto: la merce era in un deposito in provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento