Mare anche in inverno, Formia verso la destagionalizzazione

Soddisfazione della Cna di Latina: "L'amministrazione comunale è prossima all'approvazione della delibera di giunta che darà la possibilità agli operatori del settore balneare di tenere aperte le proprie attività commerciali anche nel periodo invernale"

Formia verso la detsagionalizzazione che permetterà agli operatori balneari di tenere aperte le proprie attività commerciali anche in inverno. 

Si è svolto ieri in Comune, grazie all’intermediazione della Cna balneatori locale, un importantissimo incontro tecnico che ha visto la partecipazione degli assessori alle Attività Produttive Giovanni Costa, al Bilancio Vincenzo Treglia e all’Urbanistica Maurizio Tallerini e a cui era presente in rappresentanza del CNA, il direttore provinciale Antonello Testa, il presidente di Formia e Provinciale Cna balneatori Giovanfilippo Di Russo, ed il vicepresidente locale Lorenzo Girardi.

Molti i temi affrontati nella seduta che hanno riguardato le criticità tecniche del settore balneare formiano come l’abusivismo commerciale sugli arenili, apertura anticipata delle attività commerciali connesse agli stabilimenti balneari, e prima fra tutte la tanto attesa “destagionalizzazione”.

“L’amministrazione comunale è prossima all’approvazione della delibera di Giunta che darà la possibilità agli operatori del settore balneare di tenere aperte le proprie attività commerciali anche nel periodo invernale – afferma il direttore Cna Antonello Testa -. Ciò avverrà in ottemperanza alle disposizioni sulla sicurezza in mare disposte dalla capitaneria di porto di Formia. Di questo ne siamo molto felici perché rappresenta una nuova opportunità di crescita per tutto il comparto”.

“Finalmente un’operazione concreta fatta in piano accordo tra il Comune di Formia e la Cna di Latina che garantirà sviluppo e lavoro per l’intero comparto balneare cittadino, dando il via a nuovi investimenti e ad un incremento occupazionale – afferma il presidente provinciale di Cna Balneatori, Giovanfilippo Di Russo -. È stato un percorso lungo ma il lavoro di Cna e l’attenzione e la sensibilità dell’amministrazione hanno fatto in modo che questo risultato si sia raggiunto in piena attuazione alle disposizioni del nuovo regolamento regionale in materia di riordino del sistema turistico ricreativo. Siamo pienamente soddisfatti di quanto ottenuto e faremo in modo che questa possibilità sia solo l’inizio di una nuova vita produttiva per i due litorali  cittadini”.

C’è solo da aspettare che la delibera verrà redatta e trasmessa agli uffici competenti affinché diventi attuabile in breve tempo. “La strada ormai è tracciata, e la politica cittadina è con gli operatori del settore balneare, che Cna rappresenta”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operazione Arpalo, attesa per la perizia sulla ferita di Pasquale Maietta

  • Cronaca

    Marcato del falso online, scoperta a Latina una stamperia di marchi contraffatti

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Pontina a Terracina: auto finisce fuori strada, muore un uomo

  • Cronaca

    Rubano all'interno di un'auto, rintracciati e denunciati. Il bilancio della polizia

I più letti della settimana

  • Frodi e riciclaggio: raffica di arresti. Tra i destinatari Pasquale Maietta

  • Operazione Arpalo, frodi e riciclaggio: 13 arresti. Il "sistema" di Pasquale Maietta

  • Scontro tra auto e moto a Trevi nel Lazio: muore un centauro di Latina

  • Frodi e riciclaggio, operazione di polizia e finanza: tutti i nomi degli arrestati

  • Fair play tra i 'Giovanissimi': l'arbitro gli assegna un rigore che non c'è e lui lo calcia fuori

  • Operazione Arpalo, il suicidio di Censi: nello studio ritrovato un carteggio con Colletti

Torna su
LatinaToday è in caricamento