Lo storico stabilimento Pozzi Ginori di Gaeta cambia marchio: dal 27 febbraio diventa Geberit

Il gruppo ha messo in atto un programma di investimenti a lungo termine destinato al rafforzamento e al rinnovo dello stabilimento del sud pontino

Lo storico stabilimento di produzione di ceramica da bagno Pozzi Ginori di Gaeta cambia marchio e diventa Geberit. Il 27 febbraio la cerimonia di rimozione della vecchia insegna e la posa del nuovo marchio. Un momento simbolico per il gruppo, leader europeo del settore dei prodotti sanitari, che segna l'evoluzione ufficiale del sito di Gaeta a polo nevralgico del network produttivo Geberit e centro di eccellenza per la ceramica del gruppo.

La conversione dello stabilimento Pozzi-Ginori rappresenta una tappa fondamentale della strategia intrapresa dal gruppo Geberit di semplificazione dei marchi presenti nel portafoglio ceramico e di inclusione di tutta la sua offerta di prodotti sotto un solo marchio comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In particolare - si legge in una nota - dall’acquisizione del gruppo Sanitec nel 2015, e quindi di Pozzi-Ginori, il gruppo ha messo in atto un importante programma di investimenti a lungo termine (13 milioni di euro fino ad oggi) destinato al rafforzamento e al rinnovo dello stabilimento di Gaeta. Un progetto che ha permesso il rilancio del sito con una conseguente crescita della produzione e un graduale aumento del livello occupazionale a 360 dipendenti. Il sito è stato inoltre dotato di un centro di formazione d’eccellenza che offre l’esperienza e la conoscenza di Geberit nel settore idrosanitario, coinvolgendo oltre 1000 professionisti all’anno. L’Italia conta ora su due siti strategici a marchio Geberit che rappresentano due business essenziali: il polo di Gaeta specializzato nella produzione di ceramica sanitaria e lo stabilimento di Villadose dedicato alla produzione dei sistemi di scarico altamente innovativi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento