Janssen: lo stabilimento di Latina vince il premio “Facility of the Year Awards” 2019

Il premio valuta i progetti all’avanguardia che utilizzano le nuove tecnologie per migliorare la qualità dei medicinali e ridurre i costi di produzione

Importante riconoscimento per lo stabilimento di Borgo San Michele a Latina di Janssen Italia, azienda farmaceutica del Gruppo Johnson&Johnson: il sito pontino ha ottenuto il premio Ispe “Facility of the Year Awards - FOYA 2019” per la categoria “Equipment Innovation”. 

Un premio con cadenza annuale che valuta i progetti all’avanguardia che utilizzano le nuove tecnologie per migliorare la qualità dei medicinali, ridurre i costi di produzione e mostrare i progressi fatti in questo campo. L’Ispe, International Society for Pharmaceutical Engineering, spiegano dall’azienda, “fornisce soluzioni tecniche e operative per supportare i propri partner in tutto il panorama farmaceutico e biofarmaceutico, nella produzione di soluzioni terapeutiche di qualità per i pazienti”.

“Il nostro Plant negli ultimi anni ha subìto un continuo processo di efficientamento per affrontare la grande complessità globale e vincere le sfide di competizione interna al network J&J nel mondo - ha commentato Massimo Scaccabarozzi, presidente e amministratore delegato di Janssen Italia -. Questo premio, che ci rende orgogliosi, conferma che Latina è davvero un esempio di polo farmaceutico altamente innovativo a livello mondiale. Tanto che il Gruppo J&J ha costruito recentemente uno stabilimento “gemello” in Cina riproducendo fedelmente sistemi, competenze e modelli produttivi”. 

Il polo Janssen di Latina è uno dei sei siti produttivi del Gruppo J&J. Sorto nei primi anni Ottanta, oggi si sviluppa su una superficie di 136.000 mq e nel 2018 ha battuto il suo record arrivando a 4 miliardi di pillole prodotte. “È con gratitudine che riceviamo questo importante premio per il nostro polo di Latina, un esempio per il settore farmaceutico sia in Italia che nel mondo - ha commentato Paula Shepherd, General Manager dello stabilimento -. Riconoscimenti che ci spingono a fare sempre di più per valorizzare un ‘gioiello’ riconosciuto e certificato, oltre che dall’Agenzia Italiana del Farmaco - AIFA e dalla Food and Drug Administration (FDA) americana, anche dalla Health Autority del Giappone, che ha attestato il rispetto dei più severi standard di processo, assicurandoci l’accesso privilegiato a mercati di importanza strategica come quello nord-americano e quello nipponico”. 

Lo stabilimento esporta oggi in tutti e 5 i continenti e sui 37 miliardi di fatturato globale J&J, 8 miliardi provengono da farmaci prodotti a Latina. “Rappresentiamo un simbolo di eccellenza, soprattutto grazie all’importante capitale umano che quotidianamente lavora in azienda - ha affermato Pietro Santoro, HR Director Supply Chain & RD Italy, Greece, Israel Janssen -. Attualmente, dopo un incremento dell’occupazione di circa 300 persone negli ultimi anni, contiamo 650 dipendenti di cui il 60% donne. Inoltre, grazie alla creazione dell’Enterprise Technology Center, che ha permesso la sperimentazione di nuove tecnologie in ambito farmaceutico, è stato garantito un’ulteriore sviluppo dell’occupazione ad alta specializzazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre al premio FOYA 2019, lo stabilimento di Janssen Italia si è recentemente aggiudicato anche i “Life Science Excellence Awards” in quanto simbolo di “Innovation in Lifescience” per la categoria “Best R&D Center”. L’obiettivo del premio è valorizzare le eccellenze nel settore farmaceutico e biomedicale al fine di far conoscere il valore del settore in termini di ricerca, formazione, servizi alle istituzioni, ai medici e soprattutto ai pazienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

  • Coronavirus, prima vittima a Latina: era un dipendente dell'Inps. Morto anche un anziano di Fondi

Torna su
LatinaToday è in caricamento