Lido di Latina: si costituisce il Sindacato Italiano Balneari. Subito un incontro con Coletta

“Per la Marina di Latina una straordinaria opportunità di sviluppo, tra incompiute e ritardi: richiesto un incontro urgente con l'amministrazione comunale”

Si è ricostituito a Latina il Sib, Sindacato Italiano Balneari, aderente a Confcommercio, primo atto del nuovo sub commissario di Confcommercio Latina, Annalisa Muzio. A fare gli onori di casa il presidente di Confcommercio Lazio Sud Giovanni Acampora e il direttore regionale Salvatore Di Cecca; presenti anche Mario Ganci, presidente del Sib Lazio Sud e Davide Speringo responsabile Confcommercio Lazio Sud delle spiagge libere attrezzate, gli imprenditori balneari del lungomare di Latina Riccardo Destro per l’Hotel Tirreno (nominato portavoce dell’associazione), Daniela Giuliani (sua vice) per l’Hotel Mediterraneo, Gianluca Boldreghini e Alessandro Di Stefano per l’Hotel Fogliano, Fabrizio Gallo per il 6° chiosco e Alessandro Giuspino per l’Hotel Miramare.

“Con l’incontro di oggi – ha spiegato il commissario di Confcommercio Latina Annalisa Muzio – abbiamo voluto riportare nel capoluogo di provincia il più grande sindacato dei balneari perché siamo assolutamente consapevoli che un serio rilancio economico del nostro territorio non possa non passare attraverso la riqualificazione del nostro lungomare e attraverso un rilancio del turismo. Un tesoro mai davvero valorizzato su cui Confcommercio, insieme a tutti gli operatori presenti oggi, vuole iniziare ad investire. Lo scopo del Sib  - spiega ancora Muzio - sarà quello di dare vita ad un grande gruppo di imprese del settore balneare che rappresenti con più forza tutte le problematiche che da anni, ormai, rallentano lo sviluppo della nostra Marina. A tal proposito la nostra prima richiesta sarà un incontro urgente con il sindaco di Latina e il nuovo assessore all’Ambiente per conoscere le tempistiche dell’iter che riguarda il ripascimento morbido, per cui già sono stati stanziati i fondi e preparato il bando, opera che sarebbe utile ad evitare danni economici e paesaggistici come quelli registrati sul lungomare la scorsa settimana a seguito della mareggiata che ha praticamente distrutto molti stabilimenti. Leggiamo che, ancora una volta la colpa è dei ritardi burocratici per il parere che deve essere dato da tutti gli enti interessati; ecco l’istituzione del Sib di Latina potrebbe essere utile anche ad accelerare alcuni iter con l’intervento di una grande associazione di categoria come Confcommercio che vanta un’importante rappresentatività. Offriamo la nostra collaborazione perchè credo che sarebbe giusto iniziare a collaborare per raggiungere obiettivi comuni”. 

Dello stesso avviso il presidente di Confcommercio Lazio Sud, Giovanni Acampora secondo cui la Marina di Latina ha un grande potenziale ancora tutto da sviluppare. “Con l’istituzione del Sib a Latina vogliamo dare a tutti gli imprenditori balneari l’opportunità di essere più rappresentativi anche a livello regionale visto che le competenze che riguardano il Demanio marittimo sono della Regione Lazio. Come Confcommercio Lazio Sud abbiamo partecipato, chiesto e ottenuto riaperture più celeri e meno complicate per i gestori degli stabilimenti balneari in occasione dell’emergenza Covid e vogliamo continuare ad offrire tutto il nostro appoggio agli operatori di Latina ancora alle prese, dopo 30 anni, con l’erosione delle spiagge e orfani di un sindacato che li rappresenti anche a livello comunale”.

In rappresentanza del Sib il presidente regionale, Mario Ganci, che ha spiegato l’importanza di avere un interlocutore che possa portare sui tavoli regionali le istanze degli imprenditori di Latina. “Sono tanti – ha spiegato Ganci – i problemi da affrontare e da risolvere anche per la Marina di Latina: dall’erosione della spiaggia all’estensione delle concessioni fino al 2033. Un problema questo – ha affermato Ganci – particolarmente urgente da risolvere visto che, a fine anno, scadranno le concessioni in essere e ad oggi ancora non ci sono certezze perché alcuni comuni non hanno ottemperato alle norme previste dalle vigenti leggi”. 

Problemi da risolvere anche per i tratti di spiaggia libera per cui ancora non è stato preparato il bando per investire i 496 mila euro arrivati per il comune di Latina per la gestione dell’emergenza Covid. A parlarne Davide Speringo, responsabile regionale Sib per le spiagge attrezzate che ha ribadito l’importanza di fare parte di un sindacato strutturato e presente su tutti i tavoli istituzionali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento