Porto di Gaeta: arrivato gigantesco boiler da 130 tonnellate

intergroup e Lellimar effettuano spettacolare operazione di sbarco di una camera di essiccazione destinata ad una cartiera del territorio, a conferma dello stretto legame tra lo scalo e le imprese del Lazio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

E' arrivata sulle banchine del terminal di Gaeta specializzato in breakbulk e colli eccezionali uno dei più grandi project cargo mai arrivato nello scalo del Golfo: una camera di essicazione a bordo della nave Celting Warriors di 130 tonnellate destinata ad una Cartiera.

Un successo per lo scalo di Gaeta che si conferma leader nella gestione dei trasporti eccezionali (Project Cargo): i pezzi "oversized" sono spesso componenti o prodotti a tecnologia avanzata e alto valore aggiunto che derivano da un settore economico di rilevanza nazionale nei settori dell'impiantistica, della siderurgia e della cantieristica e che da Gaeta possono raggiungere i distretti del Lazio, Nord della Campania e Molise.

Il Porto di Gaeta per la particolare conformazione del territorio (strade con pendenze nulle, zero gallerie e carreggiate regolari) e per l'expertise raggiunta dai suoi operatori, è diventato negli anni leader per questo particolare settore di traffico, si ricordano operazioni di yacht, Luna Rossa, draga ed eolico.

Torna su
LatinaToday è in caricamento