L'appello di Di Giorgi: “Valutare Latina come sede aeroportuale”

Il sindaco scrive al Governo avanzando l'ipotesi di trasformare il Comani in uno scalo civile: "Non comporterebbe investimenti eccessivi". Chiesto un incontro al ministro Passera

“Ritengo che nel nuovo piano nazionale degli aeroporti che il Governo intende varare entro fine anno, si debba tenere nella giusta considerazione l’ipotesi di valutare le potenzialità di Latina ad essere sede di un aeroporto civile per servizio merci e passeggeri”. Parole di Giovanni Di Giorgi, che prende quindi ufficialmente posizione rispetto al dibattito che si è riacceso sulla possibilità che il capoluogo pontino possa ospitare uno scalo civile.

Il sindaco di Latina spiega di aver “già chiesto un incontro al Ministro Corrado Passera, che dovrebbe tenersi nei primi giorni di settembre” per avanzare un'azione istituzionale a favore del progetto dell'aeroporto.

L’ipotesi di trasferimento della scuola di volo militare da Latina a Lecce, ipotesi per cui ho chiesto chiarimenti al Ministero per conoscere le reali intenzioni sul futuro del “Comani” e soluzione che comunque priverebbe la nostra città di un importante centro di addestramento che da decenni garantisce al nostro territorio una prestigiosa presenza importante anche sotto il profilo sociale ed economico – sottolinea Di Giorgi - rilancia comunque il progetto di un aeroporto civile a Latina, che si unisce alla stroncatura di Viterbo quale eventuale sede del terzo aeroporto del Lazio”.

Il sindaco di Latina precisa che il suo intento “è quello di chiedere al Ministro Passera l’apertura di un tavolo di confronto, aperto anche alle istituzioni e alle categorie economiche e sociali interessate, per valutare le possibilità di realizzare uno scalo civile a Latina. In questa azione ho già trovato la disponibilità di vari soggetti istituzionali, tra cui la Camera di Commercio con il presidente Zottola che ringrazio e che sarà presente all’incontro con il Ministro Passera”.

“Sappiamo che si tratta di un progetto complesso e difficile – continua Di Giorgi – specie in questo particolare momento ma ritengo che, oggi più che mai, ci possano essere le potenzialità e l’interesse di soggetti pubblici e privati ad investire sull’aeroporto di Latina, considerando anche che l’adeguamento dell’attuale scalo del “Comani” per un uso civile non comporterebbe investimenti eccessivi. È nostro dovere istituzionali agire per valutare questa ipotesi ma è chiaro che il progetto aeroporto va inteso in un più ampio progetto integrato, che preveda il collegamento con la rete autostradale attraverso la nuova Pontina e la bretella Cisterna-Valmontone, ma anche la valorizzazione del trasporto ferroviario e quindi della piattaforma logistica merci di Latina Scalo. A queste condizioni ritengo che il Governo possa valutare l’ipotesi di inserire Latina nel nuovo piano degli aeroporti, attualmente in fase di studio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento