Ritardi nei pagamenti agli agricoltori, Coldiretti in protesta a Roma

La confederazione pontina al fianco dei lavoratori che scenderanno in piazza a causa dei pesanti crediti inevasi dello Stato che stanno mettendo in ginocchio l'intero settore

Carlo Crocetti e Saverio Viola, rispettivamente, presidente e direttore della Coldiretti Latina

Agricoltori sul piede di guerra. Ma questa volta non sono quelli facenti capo ai Cra di Danilo Calvani.

I crediti inevasi dello Stato stanno mettendo in ginocchio un intero settore tanto da spingere i lavoratori della Coldiretti, non solo della provincia pontina ma anche di tutto il Lazio, a scendere in piazza.

A partire dalle 9 di questa mattina saranno tutti davanti la sede dell’Agea, l’ Ente pagatore dello Stato per i fondi comunitari.

“I mancati pagamenti stanno facendo chiudere le aziende – ha detto il direttore della Coldiretti di Latina Saverio Viola -. Siamo stanchi di aspettare in alcuni casi anche per anni e domani saremo in via a Palestro 81 a Roma davanti all’Agea; gli agricoltori hanno chiesto di sapere che fine hanno fatto i pagamenti che gli spettano”.

“Siamo di fronte ad uno Stato a due facce – ha detto invece il presidente Carlo Crocetti - inflessibile quando deve chiedere con Equitalia, lento e insolvente quando deve dare con Agea. Ci aspettiamo che il reinsediato presidente dell’Agea Dario Fruscio, che aveva avviato un processo di efficienza e di trasparenza, possa riprendere con determinazione quel percorso per risolvere i casi del passato, ma anche per migliorare la futura gestione dell’Agenzia, nell’interesse dell’agricoltura italiana”

"La mancata erogazione dei fondi dovuti agli agricoltori aggrava gli effetti della crisi che ha già fatto chiudere tantissimi aziende agricole nel 2011 - sottolinea Viola -; ma per colpa della stretta creditizia rischia anche di esporre le aziende al pericolo usura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento