Sezze, Coldiretti: “Coltivazione del carciofo in calo. Sostenere i produttori locali”

L’appello arriva in occasione della tradizione sagra che nel fine settimana si tiene nel centro lepino: “Il prodotto storico sta lentamente sparendo anche a causa delle concorrenza sleale di chi vende a pochi euro carciofi spacciati per locali”

Coltivazione del carciofo di Sezze in calo: sostenere i produttori locali”: questo l’appello che in occasione della tradizionale Sagra del Carciofo in programma questo fine settimana nel centro lepino viene lanciato dalla Coldiretti

E sono diversi gli interventi che secondo Coldiretti sono necessari per invertire la tendenza negativa: rilanciare la produzione del carciofo di Sezze, sostenere gli agricoltori locali, contrastare l’abusivismo commerciale e istituire la De.Co. (Denominazione Comunale) per quello che è un prodotto simbolo del territorio per unicità e caratteristiche identitarie. 

“E’ necessario incentivare i produttori perché siamo passati da circa 4mila ettari coltivati agli attuali 100 – spiega Pietro Greco, direttore di Coldiretti Latina -. Parliamo di un prodotto storico, dal sapore unico, che sta lentamente sparendo anche a causa delle concorrenza sleale di chi vende a pochi euro carciofi spacciati per locali. Un fenomeno particolarmente diffuso nei giorni della Sagra che pure quest’anno vedrà la presenza delle aziende agricole di Campagna Amica con i loro prodotti a km zero, di qualità e origine garantita”.

Anche di questo si discuterà nel corso della presentazione del libro di Vittorio Del Duca “Il Carciofo di Sezze - usi, costumi e tradizioni” organizzata da Coldiretti Latina, sabato 6 aprile, alle 10 presso l’Istituto alberghiero Pacifici e De Magistris di Sezze. “Si tratta del libro di uno storico produttore locale che ci offre l’occasione per celebrare un prodotto tipico del territorio e per valorizzare la cultura contadina in una bellissima cornice che ogni anno conquista migliaia di visitatori - spiega Denis Carnello, presidente di Coldiretti Latina - Il carciofo è un patrimonio di Sezze, un prodotto IGP dalle grandi potenzialità che va rilanciato e sostenuto per sviluppare il sistema agricolo locale”.

All’incontro parteciperanno, tra gli altri: Enrica Onorati, assessore all’Agricoltura della Regione Lazio; Carlo Medici, presidente della Provincia di Latina; Sergio Di Raimo, sindaco di Sezze; Sara Paraluppi, direttore Coldiretti Lazio; Denis Carnello, presidente Coldiretti Latina; Salvatore La Penna, consigliere regionale; Mauro Zappia, Commissario della Camera di Commercio di Latina. Modererà: Pietro Greco, direttore Coldiretti Latina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento