Terracina: lavoratrici dei negozi “videosorvegliate”: due giorni di sciopero

La protesta dei dipendenti della società Aventador. Uiltucs Uil al loro fianco nella mobilitazione; alla base anche le differenze sulla retribuzione mai erogate del lavoro prestato

Due giorni di sciopero a Terracina per i dipendenti della società cooperativa in liquidazione Aventador - negozi a marchio Aw Lab e Bata -. Oggi il primo giorno di mobilitazione con striscioni, bandiere e slogan davanti ai punti vendita per lavoratrici e lavoratori che scenderanno in piazza anche domani. 

Al loro fianco la Uiltucs Uil. “Le lavoratici venivano spiate con mezzi non autorizzati durante l’attività lavorativa - spiega in una nota il sindacato -. È stato questo il tema centrale oltre alle differenze sulla retribuzione mai erogate del lavoro prestato. Foto inviate a mezzo messaggio dal datore di lavoro che contestava il loro operato, il tutto rilevato da strumenti di videosorveglianza non autorizzati e senza nulla osta dell’Ispettorato del Lavoro.

Per la nostra categoria un attacco alla dignità ed al lavoro, controllare a distanza lavoratori anche a mezzo audio; questo rimane per la Uiltucs Latina un offesa al rispetto di tante lavoratrici oltretutto anche sfruttate”, senza tralasciare, prosegue la sigla sindacale, “attacchi persecuzioni alle donne lavoratrici dal momento che hanno denunciato”.

“Nella mattinata abbiamo continuato a chiedere il confronto alla proprietà finalizzato a sciogliere la manifestazione in programma anche per domani. Come categoria insieme ai lavoratori attendiamo un confronto e non la latitanza di una società in liquidazione che evita di affrontare i problemi. La nostra richiesta rimane il reintegro ed il ripristono del giusto clima nell’ambito lavorativo con la giusta e corretta applicazione del contratto sottoscritto dalle lavoratrici. 

Continueremo la manifestazione perché riteniamo che imprenditori sleali e scorretti imponendo il lavoro sporco rovinano il buon lavoro”, conclude il sindacato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Trovato con cocaina e hascisc ammette tutto: "Dovevo pagare debiti di droga"

Torna su
LatinaToday è in caricamento