Precari negli uffici di Giustizia, richiesta la stabilizzazione

Incontro in Provincia tra i 51 tirocinanti e il consigliere regionale Cetrone: "L'impegno che posso promettere è quello lavorare per giungere in tempi rapidi a una giusta soluzione"

Richiedono a gran voce l’intervento della Regione e del Ministero per arrivare finalmente ad una stabilizzazione.

Sono i 51 tirocinanti che in base ad un Protocollo firmato tra la Provincia di Latina e il Tribunale di Latina prestano servizio presso il Tribunale Ordinario, la Procura della Repubblica di Latina e gli uffici del Giudice di Pace.

L’incontro, a cui era presente anche il consigliere regionale Gina Cetrone, tra i lavoratori precari e i rappresentanti della Provincia si è avuto questa mattina.

Le loro preoccupazioni nascono dal fatto che il prossimo 4 maggio scadrà la convenzione firmata con l'Ente di via Costa e quindi verrà a mancare il relativo contributo concesso dallo stesso.

Per queste ragioni, ma anche dopo aver costatato che il Tribunale Ordinario, la Procura della Repubblica e gli uffici del Giudice di Pace, tanto a Latina quanto nelle loro sedi periferiche, erano nelle condizioni di utilizzare risorse umane, attualmente beneficiarie di ammortizzatori sociali, da impiegare nell’ambito di servizi, amministrativo – legali, la Provincia di Latina prorogò di ulteriori sei mesi i tirocini formativi presso le summenzionate strutture giudiziarie.

Assicurando così da un lato, un migliore funzionamento della giustizia e, dall’altro, offrendo l’opportunità d’impiego o re-impiego di professionalità vantate da lavoratori attualmente in difficoltà.

L’incontro tenutosi questa mattina tra il Comitato Tirocinanti degli uffici di Giustizia della Provincia di Latina e il consigliere regionale Gina Cetrone, è stato quello di recepire in dettaglio le indicazioni del comitato ed eventualmente sollecitare la Regione Lazio sull’istituzione dei Cantieri Giustizia e sulla necessità di promuovere, quanto prima, un tavolo di confronto presso il Ministero volto alla regolarizzazione della posizione precaria dei 51 tirocinanti.

”La Provincia di Latina e il presidente Armando Cusani, ha fatto il possibile per dare un tangibile segnale d’interessamento per la soluzione di questa vertenza – ha dichiarato il consigliere regionale Gina Cetrone -, ma è chiaro che a questo punto serve percorrere altre strade, iniziando a istituire un tavolo di confronto tra Regione Lazio e Ministero del Lavoro. L’impegno che posso promettere è quello lavorare affinché si possa giungere in tempi rapidi a una giusta e soddisfacente soluzione. Tra una decina di giorni – termina l’onorevole Cetrone – fisserò una nuova riunione per fare il punto della situazione, anche con la presenza dell’assessore regionale al lavoro l’on. Zezza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento