Tacconi Sud in tribunale per l’udienza fallimentare, giorno decisivo?

Dopo i rinvii dei mesi scorsi si torna in aula per decidere sul fallimento dell'azienda. Intanto continua la battaglia delle dipendenti che da 386 giorni presidiano il sito sulla Pontina

Potrebbe essere la giornata decisiva per le donne della Tacconi Sud. È previsto per oggi il pronunciamento del giudice fallimentare che finalmente, dopo più di un anno, potrebbe chiudere un capitolo amaro della realtà sindacale pontina.

Le ex dipendenti dell’azienda che si trova sulla Pontina sono in presidio da 386 giorni, per difendere con le unghie e con i denti quello che è il loro diritto al lavoro.

Quest’oggi , dopo i rinvii per difetto di notifica delle precedenti udienze del 10 novembre e del 15 dicembre, il giudice dovrebbe decidere sull’istanza di fallimento e spianare così la strada alla reindustrializzazione del sito.

Un nuovo piano industriale sembra sia già stato depositato da un imprenditore ma l’esito della vertenza è comunque legata a filo doppio all’udienza di oggi durante la quale dovrebbe anche essere nominato un curatore fallimentare che si faccia carico di tutti i debiti dell’azienda.

Per ora le lavoratrici godono ancora della cassa integrazione in deroga concessa il mese scorso e che scadrà il prossimo agosto. Che sia veramente oggi il giorno decisivo?

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento