Vertenza Coop, incontro in Regione con l’azienda. Il 18 ottobre il tavolo al Mise

L’intervento del presidente e del direttore generale di Unicoop Tirreno: “Nessuna intenzione di procedere unilateralmente alla cessione dei punti vendita del Sud Lazio e pieno rispetto dei tavoli aperti in Regione e al Mise”

E’ stato convocato per la prossima settimana il tavolo al Ministero dello Sviluppo economico per discutere della vertenza Coop che riguarda gli otto punti vendita del Basso Lazio, e che da settimane tiene con il fiato sospeso 270 lavoratori, tra cui quelli di Aprilia.  

Intanto nella giornata di ieri c’è stato l’incontro in Regione a cui ha preso parte anche il direttore generale di Unicoop Tirreno Piero Canova. “Unicoop Tirreno non ha intenzione di procedere unilateralmente alla cessione dei punti vendita del Sud Lazio ed ha pieno rispetto dei tavoli aperti in Regione Lazio e al Ministero dello Sviluppo Economico” hanno commentato Canova e il presidente di Unicoop Tirreno Marco Lami il giorno successivo all’incontro in Regione.

Incontro nel corso del quale l’azienda, spiegano ancora “ha nuovamente illustrato gli obiettivi del Piano Industriale della Cooperativa per tornare a fare utili entro il 2020. In questo quadro ha ribadito le motivazioni alla base dell’intenzione di cedere ad un operatore primario della grande distribuzione gli 8 punti vendita che da tempo presentano perdite divenute insostenibili ricercando la massima tutela dei livelli occupazionali dei dipendenti”.

Ministro Di Maio: "Chiesto all'azienda di bloccare la cessione"

“Per quanto riguarda il tavolo al Mise - concludono Canova e Lami - Unicoop Tirreno parteciperà al prossimo incontro convocato dal Ministero giovedì 18 ottobre presentandosi con le sue posizioni, nel dovuto rispetto istituzionale e alla ricerca di possibili soluzioni condivise”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

Torna su
LatinaToday è in caricamento