Coronavirus e crisi: le proposte di “Realtà Comune” all’Amministrazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

L’associazione “Realtà Comune”, in questi giorni, ha sottoposto al Comune di Latina un documento programmatico con richieste specifiche verso i piccoli e medi imprenditori, al fine di fronteggiare questo periodo di crisi causato dal coronavirus.

A spiegare tutto ciò in una nota è il suo presidente Marco Maestri: “Auspichiamo che il sindaco Coletta tenga conto di tutte le serie problematiche che attanagliano i cittadini di Latina, da lui rappresentata. In particolare, è troppo tempo ormai che non sono state fornite risposte coerenti con i princìpi di assistenza verso le svariate attività commerciali del territorio. Vogliamo che non solo il Governo faccia la sua parte nell’aiutare coloro i quali sono parte integrante di questo settore in grave difficoltà”.

Le proposte presentate da “Realtà Comune”, spaziano dalla richiesta di erogazione di fondi speciali per il pagamento del canone di locazione o mutuo di attività piccole e medie, fino alla decurtazione del 50% della Tari, sospensione della tassa pubblicitaria e di suolo pubblico fino a settembre. Non ultimo la possibilità di usufruire dello spazio antistante l’attività per tutti i commercianti che ne fanno richiesta.

“Essendo ormai il settore del commercio – conclude il presidente Maestri – privo di tutele, chiediamo al sindaco ed alla giunta un impegno serio in un momento in cui si registra la totale assenza di soluzioni per il futuro”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento