Francesco Iacobelli: il giovane pianista pontino in tre concerti da solista nel frusinate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Torna ad esibirsi dal vivo il pianista, classe ‘90 di Priverno (LT), Francesco Iacobelli, studente del Conservatorio di musica di Frosinone “Licinio Refice” che si laureerà sotto la guida del Maestro Carlo Negroni.


Il giovane artista, attivo da tre anni, si è esibito in numerosi concerti da solista, tra cui ricordiamo i tre eventi nel Palazzo Ducale di Atina, due nell’ Auditorium Daniele Paris di Frosinone oltre che nelle Sala delle Arti sempre a Frosinone, nel teatro Keiros di Roma e nella Abbazia di Fossanova (LT). In essi ha sempre proposto un repertorio vasto e di primo livello, eseguendo preludi e fughe di Bach, sonate di Scarlatti, Mozart e Beethoven, le danze bulgare e L’Ostinato di B. Bartok, brani di O. Peterson e A. C. Jobim, scherzi, preludi e notturni di Chopin, improvvisi di Schubert, sonate di Prokofieff e preludi di Debussy e Gershwin.

Nei prossimi tre appuntamenti nella provincia di Frosinone, che si terranno rispettivamente il 25 novembre nel Palazzo Ducale di Atina (h 18:30), il 02 dicembre nella sala consiliare di Alvito (h 18:30) e il 07 dicembre nella sala della “Biblioteca Pietro Malatesta” di Cassino (h 18:00), amplierà ulteriormente il suo repertorio, proponendo le opere pianistiche di Leonard Bernstein e Aaron Copland, compositori che hanno caratterizzato la musica del ‘900.

Eseguirà “Four anniversaries” e “Five anniversaries” di L. Bernstein, brevi pezzi per pianoforte con una dedicatoria a persone care scomparse caratterizzati da spontaneità tra melodia e ritmo oltre che da un armonia inafferrabile e non soggetta all’orientamento tonale, e “Piano Fantasy” (1957) di A. Copland, della quale il compositore stesso scrisse: “è un lavoro su larga scala in un unico movimento della durata di mezz’ora. L’idea è quella di tentare una composizione che suggerisce la qualità della fantasia, cioè una sequenza spontanea e non premeditata di eventi’’. 

Mèlica Press 
melicapress.it 
melicapress@gmail.com

Torna su
LatinaToday è in caricamento