Latina la provincia tra le più “amate” dal cinema

Sono tantissimi i film girati nella provincia pontina, che ha visto passare grandi attori italiani e stranieri dagli anni ’30 a oggi

La provincia pontina, un po’ per le sue bellezze naturali, storiche ed architettoniche è stata sempre un luogo ideale per girare film. Spettacolari scenari naturali  che hanno permesso a tantissimi registi di girare i loro film ambientandoli in epoche diverse, dai tempi dei romani ai giorni nostri, sapendo valorizzare e utilizzare luoghi dalle mille suggestioni.

La provincia pontina e il cinema

Sermoneta con il suo bellissimo borgo medievale è stata set di circa 90 pellicole, tanto da ricavarne una mostra suggestiva, ma anche il resto della provincia non è stato da meno. Gaeta, splendida cittadina costiera, dagli anni ’30 a oggi ha ospitato ben 40 set cinematografici. Itri, con il suo Castello di Fra Diavolo, lo splendido centro storico e le montagne di ulivo è stata sede di set di colossal importanti come la Bibbia di John Huston, La Ciociara di Vittorio De Sica, Non C’è Pace Tra gli Ulivi di Giuseppe De Santis. Anche le dune di Sabaudia sono state scelte spesso come luoghi ideali per girare film, ultimamente da cineasti come Carlo Verdone, Leonardo Pieraccioni e Genni Nunziante, regista dei film di Checco Zalone, e moltissimi altri ancora.

Tanti film girati anche a Latina

Anche la città di Latina non è da meno, per la sua architettura razionalista è stata spesso scelta come set di diversi film di autori italiani, forse tutti ricorderanno tra le più recenti le riprese di Sorrentino per L’Amico di Famiglia, quelle di Mio Fratello è Figlio Unico di Daniele Luchetti con Riccardo Scamarcio ed Elio Germano e quelle dirette da Alessandro Gassman per Razzabastarda o di Michele Placido per 7 Minuti. Andando indietro nel tempo non si possono non ricordare film come Storia di Piera di Marco Ferreri nel 1983 o ancora prima nel ‘73 Polvere di Stelle con Alberto Sordi e Monica Vitti, o nel 1959 il famosissimo kolossal Ben Hur di Wiliam Wyler che sfruttò le acque del lago di Fogliano per girare le scene ambientate sul Nilo.

Spiagge, campagne, laghi, borghi medievali, vicoli montagnosi, passeggiando per la provincia pontina non si immagina quante avventure di celluloide sono state immortalate, e chissà quante altre ne verranno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento